NCAAF in pillole (bowl edition)

I playoff (più o meno estesi) sono il futuro, ma son sicuro che quando un giorno non ci saranno più, i bowl ci mancheranno.

Però qualche bowl in meno, forse, aumenterebbe la qualità media.

Veder giocare Nevada è divertente, ma negli ultimi 46 secondi del New Mexico Bowl si son divertiti solo quelli di Arizona.

Brigham Young University è un microcosmo a parte e non solo perché non appartiene a nessuna conference. Peraltro alla fine della stagione dei bowl sarà l’unica “independent” ad averne conquistato (delle 3 partecipanti).

Van Noy (LB), sarà pure timorato di Dio, ma in campo sono gli avversari ad avere timore di lui.

Una delle cose brutte dei bowl definiti “minori”? Gli stadi sempre troppo vuoti.

Di Boise St. quest’anno si è parlato molto per situazioni extra campo, con il trasferimento nella big East, poi ritrattato, ma era dal 2007 che non chiudevano una stagione con 2 o più sconfitte.

Quell’anno persero l’Hawaii Bowl contro la East Carolina di Chris Johnson (da 223 yard in quella partita)

Quest’anno hanno chiuso la stagione vincendo il Las Vegas Bowl, ma da quella partita mi porto via la prestazione di Price, QB di Washington, con un altro anno di eleggibilità: interessante.

Margus Hunt in una vita parallela

Margus Hunt in una vita parallela

SMU è uno di quegli atenei che dopo la death penalty del 1987 uno segue sempre con curiosità. D’altronde SMU era soltato un precursore….

Nel 2009 hanno rigiocato il loro primo bowl dalla sanzione e da allora si sono sempre qualificati per la “post-season”.

Qualcosa nel loro recruiting è cambiato: ora vanno in Estonia a pescare lanciatori del disco e li trasformano in ottimi defensive linemen, occhio a Margus Hunt.

Duke (si parliamo di Duke Football!!!) è una delle 6 squadre della ACC ad aver giocato un bowl, ma è anche una delle 2 che non è riuscito a vincerlo. Qualcosa però sta cambiando, in meglio.

UCLA (si parliamo di UCLA Football!!!) sono andati ad un passo dal vincere la Pac-12 e qualificarsi per il Rose Bowl..Baylor (Big12) però poi all’Holiday Bowl li ha riempiti di punti.

Parlavamo di microcosmi? Uno non può perdersi un bowl in cui giocano “università” militari, un altro mondo….in quei casi la sconfitta arriva soltanto a latere.

Tifosi dei Buffalo Bills state ancora bestemmiando per la nomina di questo head coach preso dal “nulla”? Guardatevi il Pinstripe Bowl!! La Syracuse di coach Marrone vi divertirà.

Li chiamano bowl “minori”, non penso si riferiscano all’Alamo Bowl e al Buffalo Wild Wings Bowl.

Texas batte Oregon St., Big12 che batte Pac-12, again….

Dice il saggio: quando hai 2 QB, non hai nessun QB (Ash-McCoy Jr. e Mannion-Vaz)

Qui si fa come dico io

Qui si fa come dico io

Nel Music City Bowl si scontravano Vanderbilt e North Carolina State: doveva essere la sfida tra QB, il fratellino di Aaron Rodgers contro Glennon, il secondo ha un po’ deluso e il primo ha vinto soprattutto grazie alle corse di Stacy.

Ma il protagonista del bowl è stato lui: James Franklin è un pazzo scatenato. L’allenatore dei Commodores vive con trasporto la partita dalla sideline, prima piglia a parole un suo uomo dello special team che involontariamente stoppa il ritorno di un compagno lanciato in meta, sputandogli addosso di tutto…e non solo in senso figurato. Alla fine, poi, quando gli arriva la consueta doccia di Gatorade, finta di fare l’arrabbiato e si scaglia contro i suoi ragazzi. One man show.

USC ha deluso tantissimo quest’anno, la delusione più grossa della stagione: da favorita per il BCS, numero 1 pre stagionale ad una campagna con 6 sconfitte, l’ultima delle quali nel Sun Bowl contro Georgia Tech.

No dico, sono riusciti a far vincere un bowl a Georgia Tech?!?!? Le Yellow Jackets arrivavano da 7 sconfitte consecutive in postseason, non ne vincevano uno dal 2004.

Avere un mese di tempo per prepararsi a difendere contro la triple option aiuta, che dite? Non a Lane Kiffin.

Dovete scegliere un solo bowl da mettere nella vostra videoteca footballistica? Nessun dubbio: Chick-fil-A Bowl: LSU vs Clemson, c’è tutto ed è tutto a livello altissimo. Matchup, aggiustamenti, pathos fino alla fine e mirabilie atletiche. Can’t miss.

Che poi abbia vinto il “circus” di Clemson non mi dispiace per nulla.

Va bene tutto, ma Buffalo Wild Wings e Chick-fil-A come nomi dei bowl vi prego, no!! Li guardiamo nel cuore della notte, poi dopo uno si domanda perché svuota il frigo. Messaggio subliminale.

Il primo Gennaio ci sono 6 partite: SEI!!!

Non è facile mettere a fuoco uno come Clowney

Non è facile mettere a fuoco uno come Clowney

Nella personale classifica dei bowl da non perdere, l’Outback Bowl tra Michigan e South Carolina arriva appena dopo il Chick-fil-A.

Ti senti defraudato da una decisione arbitrale? Non sbraitare con i media, metti in campo il 120% della tua forza e fai giustizia. Spiega come fare prof. Jadeveon Clowney.

È inutile che sbavate voi fanatici dei mock bowl, non potete inserire Jadeveon nel vostro giochino, è troppo giovane. Però imparate in fretta a scrivere correttamente il suo nome, perché ci sarà modo di farlo nei prossimi anni.

A proposito di nomi: Jadeveon Clowney non è niente, non è nemmeno nella top10 dei nomi più divertenti del college football. Barkevious Mingo, Bacarri Rambo (anche se qui ha barato sul cognome…d’arte?), Prince-Tyson Gulley, Sirgregory Thornton, Sterling Lovelady (vagamente effeminato anche nell’aspetto), Chi Chi Ariguzo, Godspower Offor, Booboo Gates…questi sono nella top10.

Ma tutto passa in secondo piano davanti al defensive end di University at Buffalo: Wonderful Terrific Monds II….e il “secondo” è la parte che più mi inquieta, volete dirmi che c’è stato un Wonderful Terrific Monds “primo”?!?!

Mi aspettavo molto di più da Northern Illinois nell’Orange Bowl e molto di meno da Wisconsin nel Rose Bowl.

Stanford cambia allenatori, cambia QB, ma resta una squadra veramente ben messa in campo.

Teddy Bridgewater? Fammi controllare la “carta d’identità collegiale”…leggo sophomore, vabbè, continueremo a parlarne per un altro anno.

Johnny “Football” Manziel? Non ho bisogno di controllare il “documento”, primo Freshman (ok…redshirt) a vincere un Heisman Trophy. C’hanno “costretto” a cercare streaming notturni, ma ne è valsa la pena, domina Oklahoma dal tip-tap-toe in avanti…

No, non mi son dimenticato del Fiesta Bowl: Pac-12 batte Big12 e Chip Kelly resta.

Per favore, trovate il modo di coinvolgere di più Black Mamba De’Anthony Thomas.

Passa troppo tempo tra la fine della regular season e chi deve giocare il BCS Championship: a South Bend si saranno dimenticati che c’era questa partita da giocare.

Date 4 settimane di tempo a Nick Saban di preparare una partita e iniziate a piangere.

Il prossimo anno sarà l’ultimo prima della playoff era, i bowl saranno comunque sempre presenti e come detto in apertura a me non dispiace per nulla.

235 giorni all’inizio della stagione 2013, domani saranno già 234….

azazelli

Da giovane registravo su VHS tutte le finali di atletica, mondiali ed olimpiadi, poi m'hanno cancellato il record di Donovan Bailey con Beautiful e mi sono dato al download. Vivo di sport, cerco di scriverne.

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. angyair ha detto:

    Amo fisicamente Lacy, il RB di Alabama, e non è che il suo “backup” Yeldon mi fa sbavare di meno eh!
    Northern Illinois ha speracto molte occasioni e fatto troppi drop altrimenti se la sarebbe giocata meglio, ma fino al terzo quarto sono rimasti pienamente in partita!
    Attenzione a dare giudizi dopo una sola partita vista….vale per tutto e tutti, sia in meglio che in peggio (vedi Te’o).
    Troppi spazi vuoti sugli spalti! Chissà se in America ci hanno riflettuto sopra…

  2. robys90 ha detto:

    Ok Lacy e Yeldon ma ‘Bama ha un OL che potrebbe giocare in NFL.
    Ho visto 3 partite di Johnny Football su ESPN e devo dire che mi fa’ impazzire ogni volta di più, mi sono esaltato così solo vedendo Rodgers l’anno scorso, un vero mostro.
    Ma quanto è brutto vedere Klein lanciare??? Neanche Sanchez…. No scherzo, peggio Tebow.
    Io adoro Kenjon Barner di Oregon, acnhe se il prossimo sarà l’anno degli uomini di linea, credo che così tanto talento in OL e DL non si vedesse da un bel po’ di tempo.

  3. azazelli ha detto:

    Yeldon anche a me piace tantissimo!!
    Faccio “mia” la considerazione su Klein…a me non piace per nulla!!
    Bravo angy con il giudizio “dopo una partita”, specie per alcuni college i bowl sono l’unico passaggio che noi appasionati abbiamo e troppo spesso ci lasciamo (mi lascio) influenzare da una sola partita…ovviamente ciò non vale per Te’o 🙂

  4. azazelli ha detto:

    EHM…editato il link “one man show” che indirizzava alla pagina sbagliato, cliccandoci ora vedete il video a riguardo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: