Babbo Quelchepassa e il regalo di Natale perfetto n.4

Natale si avvicina, non avete ancora trovato il regalo perfetto? Babbo Quelchepassa è proprio qui per questo pronto ad aiutarvi e dare gli ultimi consigli su regali a tema sportivo parlando degli altri sport trattai quest’anno sul blog e rimasti fuori dalle precedenti puntate, e complice l’Olimpiade estiva di Rio e il nostro diario c’è l’imbarazzo della scelta.

Partiamo dal tennis e dal libro che tutti gli amanti dello sport dovrebbero leggere: Open di Andre Agassi è uno sguardo sincero e aperto su quanto possa essere difficile e tremendamente stressante, soprattutto a livello psicologico, la vita di uno sportivo ad alti livelli. Sempre come libri mi sento di consigliarvi anche “Sul serio”, l’autobiografia di John McEnroe, il libro di Novak Djokovic che tratta anche la sua maniacale attenzione alla alimentazione Il punto vincente: La mia strategia per l’eccellenza fisica e mentale (ok, magari è meglio consigliare d’iniziare a leggerlo dopo le feste natalizie…) e poi un libro che gli appassionati di tennis non possono non avere: “500 anni di tennis” di Gianni Clerici.

Se dovete fare un regalo ad un ragazzo o un bambino che sta iniziando ad appassionarsi al tennis magari potrebbe essere bello regalargli queste carine lampade tridimensionali per la sua stanza, se invece avete un amico che non perde occasione per andare a giocare al circolo magari potrebbe fargli piacere una maglietta del genere, e se poi è amante anche di Fantozzi…beh, nessun dubbio:

Il regalo perfetto per il vostro amico tennista

Il regalo perfetto per il vostro amico tennista

Abbiamo parlato, anche se meno di quello che avremmo voluto, di rugby e quindi ecco anche qualche consiglio per un regalo a tema: una bella tazza per dimostrare in ogni momento il proprio amore per il rugby, un cappello della nazionale italiana, magari in vista del prossimo Six Nations, se invece non è un amico troppo intimo magari basta un portachiavi dell’Italia. È un grande tifoso della Nuova Zelanda? O forse è un po’ in carne e quindi il nero lo aiuta a sembrare più magro? Una felpa o un portachiavi potrebbe andare bene no? Come libri invece consigliamo “L’uragano nero. Jonah Lomu, vita morte e mete di un All Black” sulla storia avvincente ma triste di un grande campione, conosciuto anche da chi il rugby lo mastica poco, o “L’ovale rimbalza male. Dal rugby alla vita nelle storie di tre campioni“. Se invece dovete spendere un bel po’ potrebbe essere bello regalargli un biglietto per una partita del Sei Nazioni di quelle che si giocheranno a Roma.

Si è da poco concluso il mondiale di Formula Uno che ha dato grandi emozioni anche se i tifosi della Ferrari sono stati ancora costretti a tenere le bandiere nel comodino, ma questo non significa che a Natale li dovrete lasciare all’asciutto no? E quindi cosa c’è di meglio che il videogioco per Ps4 “F1 2016” cosa potrà cercare una rivincita, un bel libro fotografico sulla spendida storia d’amore tra la Formula Uno e Monza o una pista telecomandata per ritornare bambini.

Se poi è proprio fissato con il rosso Ferrari ecco la classica polo, un modellino in scala 1:24 o un berretto per far sapere a tutti il suo amore per la nobile scuderia italiana. Se invece il destinatario del regalo è un bambino e lo volete far crescere bene (e augurargli di averne una vera tutta sua un domani) con questa non potete che farlo felice:

Si deve iniziare da piccoli...

Si deve iniziare da piccoli…

Se invece il suo amore è tutto per Valentino Rossi (e quindi non stiamo parlando del nostro direttore) gli potranno far piacere il berretto ufficiale di questa stagione in Yamaha, la classica felpa con il suo inconfondibile 46, il libro sulla sua vita o il suo videogioco.

Ah, Natale è periodo di darts in TV con il mondiale di freccette (come si dice da noi), e quindi perché non iniziare ad allenarsi per l’edizione del prossimo anno (mentre guardate quella di quest’anno, in TV da questo venerdì)?

Ma il 2016 è stato soprattutto l’anno delle Olimpiadi come dicevamo all’inizio, e quindi qualche bel regalo a tema potrebbe essere l’ideale, magari tra 4 anni potrà essere lui il protagonista in TV a Tokyo! Che ne dite quindi di un bell’arco per la specialità che più ci ha esaltato a Rio? Sta a voi la scelta se lo dovete regalare ad un bambino o a un adulto. Se pensate che invece il bambino sia più portato per il tiro al bersaglio magari potete regalare questo fucile giocattolo, se invece è più grande il libro di Niccolò CamprianiRicordati di dimenticare la paura” può essere apprezzato perché lui è uno sportivo molto “normale” che sembra abbia molto da dire.

Sempre a proposito di libri come non consigliare “Mi hanno regalto un sogno. La scherma, lo spritz e le paraolimpiadi” di quel bellissimo personaggio che risponde al nome di Beatrice “Bebe” Vio? Rimanendo alla scherma, sport dalle nobili origini e con una solidissima tradizione in Italia, magari può andare bene un libro per iniziare a capirlo ed amarlo o se già lo pratica una bella maglietta che dimostri quanto lo ami. Se invece puntate al sollevamento pesi…una bella panca per cominciare potrebbe non essere male. Per quanto riguarda l’atletica invece potrebbero andare bene un paio di scarpe per la pista oppure maglietta e pantaloncini.

Buon Natale.

(Disclaimer: sui link collegati ad Amazon, Quelchepassalosport ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni del prezzo; i prodotti che vi suggeriamo potete cercarli su un qualsiasi motore di ricerca, ma acquistando attraverso i nostri link, oppure navigando come vi pare e acquistando ciò che volete partendo da questo amazon.it o dal banner che trovate nella colonna di sinistra contribuirete alle spese del sito. Per questo vi ringraziamo anticipatamente.)

angyair

Tifoso dei 49ers e dei Bulls, ex-calciatore professionista, olimpionico di scherma, tronista a tempo perso, candidato al Nobel e scrittore di best-seller apocrifi. Ah, anche un po' megalomane.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: