NFL in pillole: Wild card weekend – Al contrario

hoyer a terra

Foto di repertorio…sabato è andata anche peggio

Fun fact: 4 wild card game, 4 vittorie esterne. Era successo solo nel 1989 e nel 1981, ma all’epoca le wild card game erano solo 2, non 4.

Pronti via, 7-0 KC e subito capisci che Houston è spacciata, distacco irrecuperabile…

Bello lo scambio di intercetti tra Alex Smith e Brian Hoyer, anche se poi l’ex 49ers ha capito subito che bastava non rendere più favori per vincerla.

Smith che prima di questa partita era 9-0 per TD-INT ai playoff, ora è comunque 10-1.

Sarà fondamentale però per lui capire se in New England giocherà Maclin che pare abbia “solo” una forte distorsione alla caviglia…

Quando Eric Berry fa qualcosa di buono su un campo da football, un angelo si commuove.

Quando Hoyer mett una palla in aria un angelo bestemmia.

Watt + Wilfork, azione oscena, 2 yard loss, ma sempre meglio di far lanciare Hoyer….

Fantasia obbligatoria

Fantasia obbligatoria

Un paio di azioni prima: fade 5 yard fuori dal campo. L’azione dopo: intercetto sotto doppia copertura…la sintesi perfetta della partita di Hoyer.

Il primo tempo dei Texans: 6 possessi, 3 intercetti ed 1 fumble.

Houston non avrebbe messo punti sul tabellone nemmeno giocando in discesa.

Era dal 2006 che una squadra non faceva 0 punti durante i playoff: erano i Giants di Eli Manning…quindi l’anno prossimo Hoyer la lancia sul casco di Strong e i Texans vincono il Vince Lombardi Trophy rovinando la perfect season ai Cardinals?

Andy Reid è 6-0 in carriera contro i Texans…ora però gli tocca Belichick: 0-4 contro di lui finché era a Phila, 2-0 da quando è ai Chiefs.

Dontari Poe che si fa il “Selfie vine” a fine partita, a lui il bastone servirebbe per far entrare tutto il suo faccione pacioccoso nello schermo.

A proposito di faccioni pacioccosi: Brandon Weeden.

Free Weed(en)

Free Weed(en)

La cosa più interessante del primo tempo di Bengals-Steelers è stata quel minuto in cui è saltato il commento dallo stadio e non abbiamo dovuto ascontare Simms.

AJ McCarron voleva eguagliare Hoyer ma ad un certo punto qualcuno l’ha fermato.

Non so se se lo sono dimenticato o semplicemente era fuori dal radar di McCarron, ma coinvolgere un po’ di più A.J. Green doveva essere alla base del game plan dei Bengals. Doveva…avrebbe dovuto… (escludiamo che sia merito delle secondarie degli Steelers…)

La ricezione di Bryant è qualcosa di fantascientifico, anche per il solo fatto di aver pensato di fare quella cosa per mantenere il possesso!

Robe dell'altro mondo, quello alla rovescia

Robe dell’altro mondo, quello alla rovescia

Ora però aspettiamo la risposta di Odell Beckham.

Anche se quella di Baldwin in Minnesota non è stata male…

I prossimi protagonisti di Scemo&Più Scemo? Burfict e Jones.

Vontaze Burfuck it!

Dopo l’intercetto su Landry Jones che sembrava chiudere la partita Burfict ha riportato il pallone, anche se a gioco fermo, fin dentro gli spogliatoi come voler dire che ormai la partita era finita…mi sa che avrebbe fatto meglio a rimanerci là dentro.

La faccia di Marvin Lewis che ascoltava le spiegazioni di Burfict era tutta un programma.

Tratto da una storia (quasi) vera: ore 5,30 di domenica 10 gennaio 2016, Mario Rossi, 26 anni, tifoso Bengals, sta vivendo due momenti unici nella sua vita…è all’ospedale, con sua moglie che sta dando alla luce il suo primogenito mentre lui sbircia il game pass sul telefonino. Fast Forward 10 gennaio 2020, davanti alla torta di compleanno il piccolo curioso chiede per la prima volta al papà: “ma perché mi avete chiamato Vontaze????” ….”Amore, Vontazemuorimale non me l’avrebbero mai accettato”

Big Ben senza una spalla lancia meglio di Landry Jones, AJ McCarron e Hoyer messi insieme.

Per i Bengals poteva essere la prima partita vinta ai playoff negli ultimi 26 anni (0-7…ora 0-8), è stata la 34esima vinta in postseason nella storia degli Steelers, raggiunti i Cowboys in vetta alla NFL.

Ma Russel Wilson stava provando un nuovo Apple Watch, visti tutti quei problemi di delay of game nel primo tempo?

Tra l’altro era spesso in ritardo e corto anche nei lanci lunghi, e non so se fosse solo per il freddo.

Poi ti fa quel numero sullo snap sbagliato e cosa gli puoi dire? (m’ha ricordato Romo, ndaza)

Che poi…freddo? Ma se uno di 80 anni stava in polo a maniche corte!

Adrian Peterson e i fumble in post season: una storia infinita.

Altri problemi del cancelliere contro i TE sul finire di partita, sta volta è andata bene alla fine ma la prossima c’è quell’Olsen che già gli ha fatto vedere i sorci verdi

Povero Walsh: è stato l’unico a mettere punti per i Vikings anche in condizioni difficili ma verrà sempre visto come quello del calcio sbagliato alla fine.

Certo se poi l’holder fosse un po’ più preciso…

Bridgewater ha fatto una partita pulita, senza errori, gestendo al meglio la partita contro una delle migliori se non la migliore difesa NFL, ha messo la squadra in condizioni di vincerla a pochi secondi dalla fine eppure c’è chi lo critica? What?

Hanno perso, ma se proprio mi chiedete un nome come allenatore dell’anno, senza stare a farsi influenzare troppo dai record conseguiti, direi senza pensarci troppo Mike Zimmer.

No, non è solo culo. Ma dopo un fine partita così non credo che i tifosi dei Seahawks si mettano ad imprecare la malasorte….

La solitudine del kicker

La solitudine del kicker

Earl Thomas era ovunque. Probabilmente anche nelle scarpe di Walsh.

DeSean Jackson e l’arte di festeggiare in anticipo.

Quando si tratta di segnare TD, DeSean Jackson troverà sempre un modo nuovo per andarci veramente veramente veramente vicino e non riuscirci, nel modo più esotico possibile.

Quando si tratta di YAC, Garçon non è l’uomo giusto per voi. Ha una rara capacità di non sapere mai cosa cazzo fare quando ha la palla in mano.

L’attacco dei Packers è guasto, ma quando ha iniziato ad usare trucchetti vari come la no-huddle ha dimostrato di poter ancora fare molti danni.

Che spettacolo la chiamata offensiva per il TD su corsa di Cousins!

Solo che poi i nodi sono venuti al pettine e Washington ha dimostrato di non essere ancora pronta per questo livello di gioco.

E ora il grande dubbio del management Washington: quanti soldi dare a Cousins? Veramente 20 milioni all’anno?

E non è che il livello di gioco dei Packers è molto alto al momento eh!

Eddy Lacy ha sofferto molto i cenoni dell’ultimo periodo mi sa. Ma non come Terrance Knighton

Star(k)s

Star(k)s

angyair

Tifoso dei 49ers e dei Bulls, ex-calciatore professionista, olimpionico di scherma, tronista a tempo perso, candidato al Nobel e scrittore di best-seller apocrifi. Ah, anche un po' megalomane.

Potrebbe anche interessarti...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: