NFL in pillole – Week 4: 2011

Perchè 2011? Ad occhio la classe del draft 2011 ha tirato fuori diversi protagonisti….nel bene e nel male.

Il primo scelto in quel draft di cui parleremo? Che ne dite di AJ Green? 10 ricezione per 173 yard e un TD nella scampagnata contro i Dolphins…facendo fare bella figura anche ad un altro del 2011, quell’Andy Dalton che ha iniziato un po’ sottotono la stagione.

Ah si, sono iniziate le brutte partite del giovedì notte.

E uno dei protagonisti non poteva che essere Tannehill che come al suo solito, nel momento decisivo, lancia un brutto intercetto contro una cover 2 che avevano riconosciuto pure gli spettatori sugli spalti.

In molti si lamentano spesso della qualità delle partite di Londra: quando ci sono di mezzo i Jaguars sono almeno ad alto punteggio dai.

Ma perchè aspettavano a mettere in campo Miles Jack? Cioè alla fine non è che davanti c’erano dei futuri hall of famer no?

Di sicuro non lo erano e non lo saranno quelli che dovevano cercare di proteggere Luck: si sono visti dei sack che neanche a Madden difficoltà rookie.

Frank Gore: cuoricini a manetta.

Perchè i Jaguars fanno fatica? Ricordiamo che nel 2011 hanno scelto Blaine “mozzarella” Gabbert.

Che purtroppo per i tifosi niners è “protagonista” in campo per la loro squadra mentre un altro protagonista di quel draft 2011, Colin Kaepernick, pare che non sia ancora fisicamente al massimo. (La nostra pazienza è già arrivata al massimo invece)

Niners che ieri sera sembrvano in pieno controllo della partita quando una penalità idiota di Tartt ha fatto svoltare la partita: se il QB avversario è già bloccato da tre tuoi compagni, arriva il fischio dell’arbitro e tu ti getti per dare un ulteriore colpo (colpendo anche un tuo compagno) prendendoti la flag non ti devi lamentare per quando è arrivato il fischio ma solo ricordarti di accendere il cervello quando giochi.

Ah, il giorno che Ahmad Brooks si ritirerà tireremo tutti in alto una flag per offside.

NaVorro Bowman…non se lo meritava.

Coach Dez dev’essere uno scassapalle mica da ridere eh!

Feed the Zeke: non ve ne pentirete.

Non male Russell Wilson quando non si può muovere…

A proposito del draft 2011: quella quinta scelta, quel tale Richard Sherman, penso abbia fatto ricredere più di qualcuno per averlo passato.

Ogni volta che Brian Hoyer vince una partita un angelo nel cielo perde le ali.

Ogni volta che Matthew Stafford lancia un intercetto….no dai altrimenti sarebbe una strage.

Capisco tutto, ma che Belichick riuscisse a far vincere due partite di fila a Brissett sarebbe stato troppo!

Perdono Watkins, il loro miglior giocatore e fanno un’ottima partita in attacco? Beato chi capisce i Bills.

I Browns non riescono a recuperare un fumble neanche quando ce l’hanno in mano. O almeno questo è quello che hanno pensato gli arbitri.

Cleveland è l’unica squadra rimasta a 0 vittorie. Da 0-4 solo i Chargers 1992 hanno poi raggiunto i playoff, abbiamo provato a sentire Terrelle Pryor per sapere cosa ne pensasse, abbiamo trovato il cellulare spento.

Non ho visto la partita, ma la sensazione che traspare è quella di una Washington con una discreta dose di fortuna. Ma tanto quella mica va a referto no?

Nel 2011 alla prima assoluta andò Cam Newton: l’anno scorso ha vinto il premio di MVP ed è arrivato ad un passo dal Vince Lombardi Trophy. Cosa gli sta succedendo ora?

Ma soprattutto, dov’è finita la difesa dei Panthers? Chi l’ha nascosta?

Tra l’altro, forse forse quel Josh Norman non era proprio facilmente sostituibile no?

In quel draft i Falcons diedero anche un polmone e un rene per salire e prendere un ricevitore da Alabama che rispondeva al nome di Julio Jones: ogni partita che passa sembra sempre un prezzo più che equo.

Alla fine 300 yard molti ricevitori non le mettono insieme neanche in tutta una stagione altro che in una partita…

Gli 81 punti messi a segno in Atlanta-Carolina hanno portato il parziale nelle prime 4 giornate dei Falcons a 276, record all-time in NFL per iniziare la stagione, battuti i Chiefs 2002 (275), Rams 2000 (274) e Broncos 2013 (270). Over-land.

Eh si, questi Raiders sono decisamente “for real”…

Le finte di corpo e il movimento di piedi di Michael Crabtree

La caparbietà di Steve Smith

Certo che i Ravens non la perdono mai l’abitudine di perdere le partite punto a punto…

Sempre classe 2011 è DeMarco Murray: si, proprio quello che era una mela marcia agli Eagles e che ora è l’uomo migliore dei Titans.

Volete rovinare la crescita di un quarterback? Affidatelo a Mularkey.

Mi sa che Will Fuller farà licenziare diversi special teams coach…

Nel 2011 i Texans scelsero JJ Watt: speriamo che i problemi alla schiena siano solo passeggeri perchè un giocatore del genere merita di stare sempre in campo.

I Broncos invece scelsero Von Miller: ormai la loro difesa può permettersi anche di far giocare il QB rookie perchè tanto domina lo stesso.

Negli 8 precedenti in cui hanno iniziato 4-0, i Broncos sono andati al Super Bowl 6 volte. Questa la scriviamo solo per sapere se c’è stato anche solo un tifoso di Denver che non si sia scartavetrato i gioielli al momento della lettura. Scaramanzia batte cabala 30-1?

Ok, penso che abbiamo tutti capito che non conviene giocare nel tardo pomeriggio di Tampa a settembre o ai primi di ottobre.

Winston aveva iniziato così bene l’anno che poi ha deciso di non voler illudere troppo i tifosi dei Bucs.

I Chargers, se non ci fossero bisognerebbe inventarli.

Probabilmente i Saints avevano qualche credito con la fortuna da riscuotere, ma la prestazione ha lasciato comunque parecchio a desiderare.

Classe 2011 è anche Patrick Peterson, che però ieri si è fatto fregare troppe volte da Brian Quick, uno che ogni tanto si ricorda di avere un talento non indifferente.

Ma come hanno fatto i Rams a farsi umiliare dai niners nell’esordio stagionale?

Quando un Marcus Peters con la pistola incontra un Ben Roethlisberger con il bazooka….Marcus Peters è un difensore battuto.

Le’Veon Bell è tornato e ha fatto 144 yard ma io non me ne sono quasi neanche accorto…

Fosse ancora una serie attiva, la capacità di rallentare il tempo che ha Bell nell’attendere che la linea sviluppi i suoi blocchi sarebbe al centro di una puntata di Fringe.

Ma Pittsburgh è la Brescia degli Stati Uniti che piove sempre?

https://twitter.com/NFL/status/783169798343577600

È già arrivato il momento dell’anno in cui ci chiediamo “ma Orleans Darkwa chi caspita è?!”

Sono sempre del parere che i Vikings hanno dato troppo nella trade per Bradford, però per ora i loro tifosi possono tranquillamente non pensarci…

E per uno che ci credeva tanto in lui in uscita dal college queste partite sono un bel vedere, specie nei pochi lanci sul profondo su cui aveva sempre avuto difficoltà tra i pro.

Cordarrelle Patterson quest’anno ha ripreso a costruirsi una carriera da giocatore professionista negli special team…come gunner. E da lì sta tornando a conquistarsi snap anche in attacco.

Da quell’errore al wild card game Blair Walsh non si è più rialzato…e a breve questo sarà un concetto preso alla lettera…

Manning vs Minnesota in carriera: 8 partite, 6 sconfitte; 5 td, 15 intercetti. Eli non sa se augurarsi di rincontrarli quest’anno.

giants-fan

PS. Il geyser sound però anche qua no…dai…..

angyair

Tifoso dei 49ers e dei Bulls, ex-calciatore professionista, olimpionico di scherma, tronista a tempo perso, candidato al Nobel e scrittore di best-seller apocrifi. Ah, anche un po' megalomane.

Potrebbero interessarti anche...

10 Risposte

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: