Rio 2016: Day 12 – #TeamSollevamentoPesi

[Canoa Sprint] Pensavamo di poter vincere una medaglia in ogni finale in cui eravamo presenti. Sul C1 1000m Tacchini ci smentisce.

[Atletica] Oggi ripartiamo con più fatica, per questo siamo comprensivi con chi nella prima batteria dei 5.000m femminile piazzata alle 9,30 brasiliane fa falsa partenza. È difficile per tutti, tranne che per la Uehara che nella citata batteria prende e scappa: l’efficienza dei giapponesi, anche alla mattina “presto”. “ma la giapponese qua sta cercando di recuperare il giro?”. “L’atleta della Repubblica Democratica del Congo arriva al traguardo nemmeno stanca, ci credo c’ha messo 4 minuti più delle prime”

[Atletica] Altra batteria dei 5.000m, ancora Giappone protagonista: “Lento il ritmo della Suzuki? Proviamo con la Honda?”, in realtà poi hanno provato con l’Ayana (un po’ Yahama come assonanza…), che dopo il record del mondo dei 10.000m fa le prove per quello dei 5.000m.

[Atletica] Puro spirito olimpico #unabellastoriadaraccontare per la neozelandese Hamblin e la statunitense D’Agostino che prima incautamente si stendono a vicenda, poi si soccorrono e alla fine claudicanti (la D’Agostino in particolare) comunque concludono la prova e s’abbracciano all’arrivo.

[Atletica] Ma c’è chi è interessato alle qualificazioni dell’asta femminile, tanto da mettersi lo streaming dedicato, rapito dal gesto atletico….”sono orfano di Yelena Isinbayeva, non posso farti compagnia”, “sempre tecnicamente parlando, pure la nostra (Sonia Malavisi) pare molto brava”. Per la finale serviva il record personale, comunque sfiorato.

[Tuffi] La piscina sembra essere tornata normale, alla buon’ora.

[Nuoto di fondo] Finale incommentabile, si menano di meno in una semifinale di pallanuoto. Tonnara incredibile, ci siamo anche noi con i due nostri atleti: “Bronzo al photoshop per circa 6 atleti.”, “Al photoshop vinco pure io, al photofinish non credo”, stiamo un po’ tutti in difficoltà ormai. “Ha vinto l’olandese (Weertman), poi il greco e poi il francese”, “Greco che sbaglia secco l’arrivo” Gianniotis che butta via una medaglia d’oro. Dopo le squalifiche gli italiani chiudono con un più che apprezzabile sesto e settimo posto, anche se ci sono state chance per fare addirittura meglio. Crollano nel finale l’australiano Poort (primo in tutte gli split e 21esimo finale) e il tunisino Mellouli, già noto per via delle sue prestazioni in vasca.

[Tuffi] Continuano le sorprese, stavolta tocca al campione olimpico in carica da 3m, Zakharov:

[Atletica] Taylor alla prossima occasione dimostrerà che può vincere il triplo staccando con il sedere? Gara molto meno thrilling di quanto siamo stati abituati con i concorsi. Il cinese Dong fa terzo con un solo salto valido, il primo (17,58), poi due nulli ed infortunio alla caviglia, forse solo lui poteva impensierire gli americani che ripetono il risultato di Londra: oro e argento.

[Atletica] Sui 200m parleremo solo di Bruno Hortelano. Del resto non ce ne frega nulla. (aza) Lo elevai ad idolo dopo un meeting “inferiore” a Madrid in cui corse 10″06 qualche mese fa ed ora (dopo l’oro europeo su questa distanza), nella velocità c’è solo lui: anche Bolt lo sa…più o meno…vince la sua batteria correndo 20″12, battendo un rilassato Blake. Nuovo record spagnolo e barriera dei 20″ sempre più vicina.

Sky is the limit...quasi...

Sky is the limit…quasi…

[Pallanuoto] Gli ungheresi devono aver sofferto le pene dell’inferno in questa ultima due giorni di quarti: sia al femminile che al maschile fanno tutta la partita a rincorrere con pareggio acciuffato quasi alla fine. Al femminile i rigori portano bene, al maschile no. Eliminazione a sorpresa: passa il Montenegro.

[Atletica] Bene Galvan, sfrutta una batteria forse facile (ma con vento negativo rispetto alle altre), bravo comunque a farlo: non è Bruno, chiaro. Semifinale con il peggior tempo tra i qualificati (20.58): rosica un po’ Manenti, che fa 20.51 ma in una batteria leggermente più difficile.

[Atletica] L’Olimpiade della Perkovic: qualificazione, 2 nulli con pedana bagnatissima e tiro valido in extremis; finale, 2 nulli a rischio eliminazione per gli ultimi 3 lanci, 69.21 al terzo, primo posto con metri di vantaggio, altri 3 nulli: ORO!

[Boxe] USA vs Uzbekistan, Patrizio Oliva: “..dovrebbero dire a questi giudici, compreso l’arbitro, di questi match scandalosi: “voi non venite più a giudicare e ad arbitrare i nostri tornei, ve ne state a casa e siete proprio dal nostro albo radiati”, almeno!”, sì, mi sa che la boxe ha qualche problema.

[Ginnastica Artistica] A gran richiesta torna la ginnastica artistica che oggi assegnerà gli ultimi 3 titoli individuali, subito lamentele, un po’ come nella boxe: “l’ucraino ha rubato pesantemente, si tifa per il cubano” che però non fa abbastanza, “l’ucraino però è stato derubato nella generale”; considerazione personale (aza): niente contro gli atleti che fanno robe assurde, altamente spettacolari e difficilissime, ma non riuscirò mai ad appassionarmi ad uno sport deciso dai voti (vale anche per i tuffi in qualche modo, lì almeno però ci sono più tuffi).

[Ginnastica Artistica] Cassina ci riempe di nomi incomprensibili, prendendo completamente la scena durante l’esercizio: ci sta. Il cinese che butta via tutto adagiandosi con la leggiadria di un sacco di patate in uscita dall’esercizio, questo non ha bisogno di un voto di un giudice per essere compreso.

[Ginnastica Artistica] Inizia il corpo libero femminile…è l’occasione per farsi una doccia…”la cinese non ha più di 10 anni”. “Una cosa l’abbiamo capita, la Biles vola“, “con quelle cosce puoi spaccarci le noci”, tocca alla Ferrari: “Bella musica.. Che le capre brasiliane non appezzano perché ascoltano latino americano”, momento tecnico serio: “Ha fatto molto male le chiusure della terza e quarta diagonale. Finisce quarta o quinta, prenderà 8,5….azz, c’ho quasi preso. 8.466”

[Pallanuoto] Momento di stanca, si vede che andiamo verso la fine. Proseguono i quarti della pallanuoto. Mentre aspettiamo il nostro, c’è un vibrante Brasile-Croazia, uno scontro fratricida per l’allenatore croato del Brasile, uno che conosciamo anche dalle nostre parti: Ratko Rudic. Brasile che prova in tutti i modi a restare aggrappata alla partita: naturalizzando croati, tirando anche 3 rigori e eliminando giocatori avversari random, ci vuole anche una superiorità numerica di 4 minuti consecutivi, ma niente. Dovrebbero giocarsela ai voti.

[Pallanuoto] E poi tocca a noi: “infinito Tempesti”. Chiudiamo il primo tempo in vantaggio 4-2 senza essere mai stati sotto, ma dobbiamo migliorare nelle superiorità numeriche: “ufff 2 su 6…and counting”, “meno male che c’è Tempesti”. Partita bloccata, terzo quarto in cui non sembra segnare nessuno: “Gol fantasma”, “Ma quale riga che c’è l’acqua, come fai a dire riga?!?!”, poi finalmente Figlioli sfrutta una superiorità e Gitto la inchioda al volo all’incrocio, prove di fuga definitive parzialmente contenute. Fine terzo quarto siamo sopra, 6-3.

[Pallanuoto] Geograficamente ci stanno meglio (i greci) loro in semifinale con Croazia, Serbia e Montenegro. Ma Aicardi non sembra una cima in geografia o comunque non è quello il suo primo pensiero: l’uomo mascherato infila l’8-4 a poco più di 2 minuti dalla fine…è quasi fatta…anzi no, è proprio fatta. Battiamo la Grecia 9-5 ed ora c’è la Serbia.

[Pallanuoto] Peccato ci sia un solo Tempesti: “Secondo voi con Tempesti al posto di Bargnani non si andava a Rio nel basket?”

[Beach Volley] Ci sarà una motivazione a noi sconosciuta, ma lo stupendo stadio del beach a Copacabana con molti seggiolini vuoti durante la semifinale femminile tra Brasile e Germania proprio non ce lo spieghiamo. Tra l’altro poi hanno anche perso.

[Ciclismo su Pista] La velocità femminile la vince la tedesca Vogel che prima batte la Marchant e poi la James, entrambe britanniche. Gira voce abbiano perso di proposito per far sentire meno solo Cavendish.

[Tuffi] Torna la telecamera subacquea….su Rieducational Channel.

[Ciclismo su Pista] L’ultima gara del calendario olimpico è la spettacolare keirin maschile, con Kenny alla caccia del tris di ori (velocità a squadre, velocità individuale). Succede di tutto ancor prima che si parti: doppia falsa partenza, nella prima ci mettono 10 minuti prima di decidere di non decidere: piuttosto che squalificare uno tra Awang e l’attesissimo Kenny (sembrava lui onestamente….), li lasciano tutti e due in corsa. Altro giro, altra falsa partenza (ovvero i corridori superano il keirin prima che questi lasci la pista: questa volta la falsa di Eilers pare più netta, ad ogni modo nessuna squalifica (incomprensibile). Alla fine riescono a partire, vince Kenny, evviva Kenny.

[Ciclismo su Pista] Al di là di questo finale un po’ farraginoso: la pista è una figata pazzesca. Seguirono 92 minuti di applausi.

[Sollevamento Pesi] Ultimo gruppo A di queste Olimpiadi. Se mai ci sarà un Roma 2024 #TeamSollevamentoPesi promette di essere presente plurime volte. Si finisce con i 105+ Kg.

[Tuffi] Alla faccia nostra, c’è un brasiliano che intanto ha passato entrambi i turni di qualificazione per la finale e poi lì non ha fatto ultimo. Cioè ha fatto meglio di un cinese, tanto per dire. Non quello che ha vinto, quello che è uscito al primo turno.

[Sollevamento Pesi] Fermi tutti. Intanto c’è la Germania “oh, finalmente una nazione nuova”, ma soprattutto c’è il Big Show brasiliano!! Torcida sulle tribune, sarà una gara che regalerà soddisfazioni: “Alla fine ce la fa la samba?”

Sigle strane…”TKM sta per?”, “Sega…”, manco sopra la panza riesce a tirarli su ‘sti 193 kg, dai….poi però scoppia in lacrima dopo il terzo errore su tre, un po’ ci dispiace di averlo chiamato sega. “Hojamuhammet Toychyyev il nome del nostro eroe. 24 anni si rifarà alle prossime olimpiadi!”

Lo strappo si conclude con un record del mondo che dura 3 minuti: Talakhadze alza 215, arriva Salimikordiasabi, per gli amici Salimi, che alza 216 e mette tutti a riposo. Per il brasiliano abbiamo già capito non ci saranno chance, ma il tifo non mancherà.

“Ecco l’estone che arrivò quarto ai mondiali e che ha nello slancio il suo punto di forza”, iniziamo a farci paura da soli.

La madre del bilanciere faceva la puttana, l’ha detto il brasiliano. Mi sa che secondo Salimi era anche collega di quella dei giudici. Incredibile, upset imprevisto: dopo il record del mondo di strappo, Salimi alza due volte 245 ma in entrambi i casi i giudici non glielo danno valido, va a fare la terza prova stremato e crolla. 3 nulli, nessuna misura, addio oro e medaglie. Ne approfitta, eccome se ne approfitta, Talakhadze che per toglier via ogni dubbio fa anche il record del mondo complessivo.

Gara monumentale la sua con la quale chiudiamo il programma del sollevamento pesi, autentica rivelazione per Quelchepassa di queste Olimpiadi, anche grazie ad un orario “buco” all’inizio e a delle immagini andate in TV. Ogni sera non siamo riusciti a farne a meno, #TeamSollevamentoPesi vi saluta!

The end

The end

[Atletica]

Mai visto uno stadio così vuoto per una sessione serale olimpica.

Semifinali dei 110h, c’è l’haitiano Julmis che parte e si dimentica che H sta per hurdles: dritto per dritto. (cit.)

Un cipriota (Trajkovic) farà la finale degli ostacoli alti!! Dentro anche Duck Attack Devon Allen, non apparso però molto brillante.

Non l'ha presa bene...

Non l’ha presa bene…

Struggente il podio di Lavillenie.

400h femminile: Folorunso in calando, Pedroso in crescendo (personale stagionale di una stagione un po’ difficile per lei) ad ogni modo la finale per entrambe era improponibile e lo si sapeva

Ci farà male vederla senza il nostro asso, ma la gara dell’alto si prospetta di livello altissimo. Intanto i giudici si mettono a studiare il regolamento e alla fine Grabarz ha il salto valido a 2,33.

Gara che va via molto più rapida di quanto si potesse pensare: vince Drouin sbagliando nulla sino a 2,38. Bondarenko e Barshim si fermano più in basso, con l’ucraino che addirittura decide di non provare 2,36, ma conquista comunque il bronzo con 2,33.

…E su questo sventoliamo bandiera bianca…..spiace soprattutto per Nicolai-Lupo, dovranno farcela senza di noi.


Le competizioni che assegneranno il titolo olimpico oggi:

  • 16.50 Badminton: Doppio misto
  • 16.55 Atletica: 3.000m siepi M
  • 15.00 Sport Equestri: Salto a squadre
  • 18.05 Vela: 470 F
  • 19.05 Vela: 470 M
  • 21.30 Boxe: 69kg M
  • 22.00 Lotta libera: 48kg F, 58kg F, 69kg F
  • 00.30 Tennistavolo: Torneo a squadre M
  • 03.00 Taekwondo: 49kg F, 58kg M
  • 02.15 Atletica: Lungo F
  • 03.30 Atletica: 200m F
  • 03.55 Atletica: 100m ostacoli F
  • 05.00 Beach Volley: Torneo F

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: