Diario Russia 2018 – Ottavi 2: rigori!

I nostri lettori affezionati sanno già di cosa si tratta, ma per i nuovi arrivati o per i più smemorati, il diario non è nient’altro che una raccolta quasi random di commenti nostri (di ragazzi ormai cresciuti che straparlano su una chat di whatsapp), per di più anonimi, riportati così come sono usciti, registrati durante le partite/eventi. A questi andremo ad aggiungere quanto di più interessante troviamo sui nostri social (in questo caso riportando sempre la fonte, non siamo mica calciatori ignoranti o come si chiamano?!)

Si sentono ancora gli echi delle eliminazioni del sabato e si leggono un po’ di reazione, ovviamente quella di Maradona non poteva passare inosservata:

“La prima riga basta”, “a lui di solito no”.

In chat c’è anche gente seria, ma soprattutto “sono in ferie ed ho un sacco di tempo libero…” e quindi questa la presentazione di Russia-Spagna:

“La Spagna ritrova la squadra con cui tutto è cominciato, proprio 10 anni fa all’europeo di Austria e Svizzera: 4-1 nel girone e 3-0 in semifinale per poi vincere il trofeo, il mondiale di 2 anni dopo e bissare il trofeo continentale due anni dopo. Un pareggio (3-3) l’ultimo scontro diretto. Nelle ultime 5 sfide la Russia non ha mai vinto. Per il pubblico di LiveScore il fattore campo non conterà nulla, Spagna aventi per il 69% dei votanti. Il 18% fa il tifo per i padroni di casa mente il 13% punta sui supplementari. La Spagna ha finora prodotto più gioco offensivo ma ha segnato meno (6-8) concedendo una rete in più dei russi che comunque sono usciti da un girone più morbido venendo travolti dalla squadra migliore finora incontrata, mentre gli iberici sono imbattuti.”

Si parte ma c’è qualcosa di strano…. “Porque non c’è Putin?”, “È in campo in incognito per far si che tutto vada nel modo in cui deve andare”

Mi sa che si è distratto però: “Toh Ramos, mentre faceva un tango”, “Ah già segnato quel cane?” (sempre calcisticamente parlando ndr.), “Autorete. Lo voleva lui però”, “Ignasevich ha provato a fare rigore, invece ha fatto autogol”

“Questo finisce in Siberia“, ma non in vacanza.

Pardo intanto sembra far parte di questa chat in incognito perché parla degli stessi dati messi in  presentazione…ora bisogna solo scoprire chi è!

La Russia sembra scossa dopo il goal iniziale: “Lasciare costantemente la palla alla Spagna però non mi sembra la miglior strategia possibile”, e difatti appena diventano più aggressivi riescono a farsi vedere in avanti con pericolosità.

Piquè fa la stronzata saltando con un braccio inutilmente alto e l’arbitro non può non fischiare il rigore, per vedere poi liberati i propri parenti presi in ostaggio.

“Pique porque?”, e pareggio russo con Dzyuba mentre l’allenatore russo e fa tenerezza l’immagine degli spalti in cui l’unico che non sta riprendendo con un cellulare il rigore è un bambino che può felicemente gridare “Goooooool”.

“Grande Putin! Ora un altro rigore”, “Sapevo che ci sarebbe stato il rigore”, malpensanti.

Finisce il primo tempo: “La Russia vince ritirandosi come in guerra”

“Tra il primo e il secondo tempo, invece di innaffiare il campo, ci buttano il sale”, “E fucilano qualche giornalista per il pubblico”, panem et circenses

“Eccoci per la ripresa. È un mondiale spezzettato”, “Chiamatemi al prossimo rigore

“Allenatore russo scazzatissimo, un po’ come gli spettatori davanti a questa partita”

Considerazioni tattiche: “Se non danno palla a Isco non succede quasi nulla”

Considerazioni meno tattiche: “L’arbitro non sembra temere eventuali rappresaglie di Putin”, “Fa scena per la decisione giusta, ma lo voglio vedere quando salterà l’elettricità nella stanza del VAR”

Intanto Maradona non è solo messo male in questo mondiale: “Sto mangiando snack alla curcuma, a 44 anni ci si riduce male a volte”, “Perché? In Abruzzo non c’è cibo normale?”, “Sì c’è ma ho trovato questo a un euro”, “Ci sarà un motivo…”

Ramos con quella faccia da ammonire a prescindere”.

“Fuori Silva e dentro Iniesta, l’universo adesso ha senso.”, la Spagna ricomincia con il suo estenuante (per gli avversari e a tratti anche per gli spettatori) tiki taka.

C’è preoccupazione intanto: “Speriamo che qualcuno segni. Prolungare questa noia oltre il 90º è da denuncia”, “No, i supplementari no!”

“Beh potrebbero affittare la metà campo spagnola per rientrare delle spese del mondiale.Tanto non serve”, “Ci si potrebbe giocare l’altro ottavo in quella metà campo. Così facciamo prima”

“L’azione più spettacolare del secondo tempo è stato il tiro di coscia…”, “Al 2º minuto tra l’altro”

“La Spagna punta ad addormentare i russi…”, “Anche il pubblico”, “Il pubblico dorme da molto più tempo”

Tranquilli comunque: “Tra un po’ arriva la telefonata di Putin”.

C’è un briciolo di speranza per un eventuale rigore con  il VAR per la Spagna ma niente….lo spettro dei supplementari si avvicina sempre di più.

“Terzo calcio d’angolo consecutivo per la Russia che è in affanno…. anche Pardo in affanno”, e difatti negli ultimi minuti le occasioni “migliori” le hanno i padroni di casa, c’è un piccolo problema però: “La porta va centrata”

“Che due coglioni la Spagna. A confronto il Portogallo di ieri è una squadra che tira in porta ad ogni occasione”

“La Spagna punta ai crampi?”, “Dai saltiamo il secondo tempo e andiamo ai rigori. Non se ne può più”, “io al contrario li farei giocare per punizione fin quando non segnano”.

“Ma a Iniesta il doping non fa più effetto?”, “Usa la curcuma ora”, “Ah ecco”

“Ai rigori vince la Russia, sapevatelo”, preveggente.

“L’ultima volta che hanno passato la metà campo in modo pericoloso si chiamavano Unione Sovietica, cazzo”

“Finalmente un cambio di campo. Mi viene da piangere per la commozione”, “C’era il rischio di avere l’erba come a Wimbledon, consumata solo da una parte”.

“Al momento, un autogol, un rigore, un tiro in porta e una cosciata

Intanto QCP per il sociale:

No Drugs! Agli altri...

No Drugs! Agli altri…

“È dai gironi che i russi puntano ai rigori”, “Da quando hanno vinto l’assegnazione dei mondiali…”

Intanto c’è un rigore abbastanza evidente per la Spagna….niente….”VAR?”….niente….Putin è l’uomo della VAR.

Si arriva ai rigori e “Russi che esultano”, sanno qualcosa che noi non sappiamo? “Pensavano passasse chi gioca in casa”

“Ma non tira isco?”, “Tira Maradona, sempre”

“Ma tirano i rigori? O se la passano pure lì?”, “Koke la passa indietro, sicuro”.

“Ricordiamo che il portiere della Russia è ‘na sega megagalattica, li fece uscire 4 anni fa, siamo pronti ad una bella storia da raccontare”, “Eroe quest’anno”, “Premio Stalin allo sport”

Si parte con la lotteria dei rigori: “Bravo Don Andrea“, “Il portiere è collassato”, “Non era facile poteva essere l’ultimo della carriera”, “Ma se va in Giappone a guadagnare 30 milioni, a stagione”, “Non è carriera quella”, severo ma giusto.

Piquè segna con il brivido: “Palo goal”, “Che culo”

“Per ora quattro bei rigori”…..”Ecco la monnezza”, Koke sbaglia, “Tiravo meglio io”

I russi segnano i loro rigori con un po’ di fortuna: “Putin tira il quinto?”, “Ovvio”, “Con un bazooka”

La Spagna sbaglia anche l’ultimo rigore: “Siiiiii”, “Siiiiiiiiiiiiii”, “Clamoroso”, “Che squadra di m***a che passa”, “Invece sti m***oni che fanno 1000 passaggi senza tirare sono una gran squadra?”

“Finito il ciclo, ciao ciao”

Putin telecomandava il pallone in questi rigori”

“Inghilterra in finale e senza sudare”

Vi ricordate la gente seria ad inizio articolo? Ci presenta anche la gara serale, Danimarca-Croazia:

“La Croazia arriva per la seconda volta alla fase a eliminazione diretta, l’ultima volta, nel 1998, giunse poi 3ª mettendo paura alla Francia padrona di casa in semifinale. Luka Modric diventerà stasera il croato col maggior numero di presenze a un mondiale al pari di Darjo Srna. Gli slavi sono a punteggio pieno e nell’unico scontro diretto con al Danimarca a un grande torneo ha registrato un 3-0 per Boban ( che segnò) e compagni ad Euro 96. Il totale dei precedenti vede comunque due vittorie per parte e un pareggio, l’ultima partita è finita 2-1 per la Croazia. Per il pubblico di LiveScore sono proprio i croati i grandi favoriti (75%) che vengono dati per sconfitti solo dal 14% dei votanti; l’11% scommette sui supplementari. La Croazia è nettamente più prolifica, con 7 gol segnati a 2 ma le difese sono state bucate una sola volta al girone ed entrambe su rigore. Croati a punteggio pieno che segna quasi sempre nella ripresa (6 su 7) mentre danesi con una sola vittoria e che, in passato, hanno già giocato 4 volte gli ottavi vincendo solo nel 1998 (4-1 sulla “rivelazione” Nigeria). Schmeichel junior ha mantenuto la porta inviolata due volte, il padre Peter, una leggenda, ai mondiali ci riuscì una sola volta. Ultima chicca: la Danimarca ha segnato 29 gol in tutta la storia dei mondiali, e li ha realizzati tutto dentro l’area di rigore.”

“Quanti casi nella storia di padri e figli a cosi alto livello in nazionale?”, “guarda che Ignasevich è sempre lo stesso, non è il figlio”, “ma io parlavo degli Schmeichel eh…”, “ah, allora Maldini“, “Mazzola”, “Maradona…”, “….Campioni del cuore! <3”

Si parte ed è subito: “Incredibileee”, “Alé subito sorpresa”, “Gollonzevic“, Danimarca in vantaggio a sorpresa con la complicità del portiere.

La frangia croata della chat si preoccupa: “Temo lo psicodramma”

“Io dicevo che la Croazia è impronosticabile”, “lo dicono tutti da 20 anni con qualsiasi squadra slava”

Poi il pronostico: “Mi giocherei la casa sul 2-1”

E difatti: “Marione”, “Raddrizzata subito”, “Non ci credo due gollonzi enormi”, “Assist di faccia”

Mandzukic segna e la sua riserva Ronaldo no”, Aveva ragione Sconcerti”

Dubbi sulla forma dei croati: “Però Rebic che domina ai mondiali non si può vedere”, “Ma Rebic si è drogato?”

C’è un altro protagonista imprevisto: “Arbitro leggermente protagonista”, “Sembra un mimo impasticcomane”, “Si sembra tipo Hochuli in NFL”

La sfida non decolla però: “Neanche questa un granché come partita”, “Questi croati si sciolgono sempre”

Poulsen fa 800 falli a gara” dev’essere colpa del nome.

Aggiornamento golf: “Intanto Molinari a -14. Due colpi di vantaggio sul secondo”

“Rebic sta furoreggiando”, “Come a Verona”, “Forse in allenamento”

Iniziano i supplementari e la Croazia sembra non avere più forze mentre i danesi non riescono a concretizzare le possibili occasioni.

Entra Krohn-Dehli: “Cos’è? Una malattia? Hai la sindrome di KrohnDehli“.

“Non conosco i rigoristi danesi ma la Croazia dovrebbe essere attrezzata”, “Ma i danesi hanno il portiere buono”, “Schmeichel come è messo sui rigori?”, “Chiedo a Ranieri”, “La Gialappa ha detto che innervosisce i tiratori avversari”, “Si contro l’Australia ha rotto il cazzo all’avversario”, “Speriamo gli cada la traversa in testa”

“Entra Sisto, danese doc”, quasi.

C’è tempo per aggiornamenti da altri sport:

Sport aperti

Sport aperti

Il nostro inviato in Europa ci dà il suo parere tecnico: “Io in Danimarca ci vidi una percentuale di figa spaventosa. Certi culi…”

Poi il fenomeno in campo decide di chiuderla: “Che palla Modric. Però segna cazzo!”, “È un gol mangiato, anche se fosse rigore”, ehm…

“Al VAR gli danno due rigori”

“È l’equivalente calcistico del layup sbagliato quando ti fanno fallo: ti prendi i due tiri liberi ma dovevi fare gol”

“Nooooooo”, “Bloccato“, “Rebic m***a”, “Non ci credo”

“Ai rigori sono fottuti”, beh se questo è l’antipasto…

“Mi rispiegate perché non è rosso?”, “Che hanno eliminato la tripla sanzione. Se il giocatore cerca il pallone ma commette fallo, è rigore e giallo. Se la palla non la cerca nemmeno col binocolo, è rigore e rosso”, “Regola di m***a”, severo ma giusto.

Quello che voleva il rosso era il megadirettore, quello che difendeva la regola no. Vi lascio indovinare chi è stato cacciato dalla chat.

Stessa fine ha fatto chi ha osato fare una piccola battuta in merito. La libertà è in pericolo in Italia! La chat era nervosa.

“Un’altra favola per Schmeichel jr?”, “Che vi dicevo del portiere danese? Ora le para tutte”

Altra partita che finisce ai rigori.

“Come oggi vince chi tira per primo”, sbagliato. “Chi sbaglia il primo vince cit.”

“Ma Cravero era una sega, di cosa fa l’esperto?”, Schmeichel  ne para un altro. “Ma ha tirato di punta, ma si può?! Tirare di punta un rigore ai mondiali?!”

Questo invece non lo pari…..”il centrale difensivo che tira una sassata, grande classico”

La Croazia pareggia il rigore ma il portiere protesta: “Kasper simpatico come il padre vedo”, “Il padre è dio”, “e poi sul primo FIFA era impossibile fargli gol”

Di nuovo Modric: “Oddio Luka….Uuuuhhhh”, segna col brivido.

Subasic para! “Partito due ore prima”, “Ha dovuto rallentare il portiere”, a mezz’altezza: “Vengono anche bene le foto”

Ma oggi Schmeichel  è insuperabile, ne para un altro.

E anche Subasic! Mamma mia!

È il turno di Rakitic…..”Andata”, “Fiuuuuu”, “Salvato un mondiale che stava degenerando”

“Esultano tutti i suoi compagni compreso Modric dice il commentatore…Cioè, lui non poteva?”

“Chi l’ha messa quindi, Modric, Rakitic e?”, “Coso”, e non sbagli mai. Anzi, per la precisione: “Cosovic”

Intanto dagli altri campi: “Molinari primo”, “Andava espulso?”, “No, regola della tripla sanzione”.

In attesa degli ottavi di quella parte di tabellone di martedì, la situazione è questa: Croazia, Russia, Svizzera, Colombia non hanno mai giocato una finale, Svezia ne perse una nel 1958, Inghilterra ne vinse una nel 1966, tra queste una giocherà il 15 luglio a Mosca. Il mondiale DEL CAMBIAMENTO?!

Gli ottavi di oggi invece ve li presentiamo sin da ora:

Brasile (2-0-1) vs Messico (2-1-0), ore 16
Classica del calcio mondiale, ben 40 i precedenti con i Verdeoro avanti 23 a 10 nel conto, 17 i pareggi. Il Messico non vince da 6 partite di fila, quando ha raccolto solo un pari. Negli ultimi quattro confronti i messicani non hanno mai segnato, uno 0-0 e tre 2-0 per il Brasile. Ai mondiali, poi, il record è di tre vittorie per i carioca e un pareggio; il Tricolor in questi scontri diretti non ha mai segnato subendo 11 gol.
È la quarta sfida ad essersi verificata più volte a un mondiale (la prima è Brasile-Svezia con ben 7 scontri diretti) e il pubblico di LiveScore, nelle previsioni, premia i pentacampioni con i favori del 66% dei votanti. Per il Messico il 23%, solo in 11 su 100 prevedono i rigori.
Il Brasile in attacco crea decisamente di più e ha subito una sola rete, mentre il Messico ha una differenza reti addirittura in negativo (3-4), avendo concesso cinque volte i tiri lasciati dai Verdeoro agli avversari (20-4). I brasiliani hanno mancato l’accesso ai quarti l’ultima volta nel 1990 (1-0 per l’Argentina), mentre il Messico è sempre uscito agli ottavi nelle ultime sei edizioni. Il Tricolor è la squadra ad essere scesa di più in campo nella fase finale di un mondiale senza averla mai vinta: 56 partire e zeru tituli.

Belgio (3-0-0) vs Giappone (1-1-1), ore 20
Un solo precedente ai mondiali tra le due squadre, il 2-2 del 2002 proprio ai mondiali nipponici. Cinque i confronti totali col Giappone avanti 2 a 1 e due pareggi. Ultimo scontro vinto dai belgi 1-0 nel novembre scorso con rete del bomberone Lukaku.
È la sesta volta che i diavoli rossi accedono agli ottavi, due volte sono arrivati ai quarti, nel 1986 Maradona li fermò con una doppietta in semifinale. Nelle partite a eliminazione diretta il Belgio ha sempre concesso almeno un gol ma quest’anno sembra avere grande solidità dietro con solo 2 gol subiti in 15 tiri in porta concessi ed ha il miglior attacco ai gironi (9) mentre il Giappone impatta con 4 fatti e altrettanti subiti.
Il popolo di LiveScore vede per favoriti alla grande gli europei (82%) mentre il 7% punta sui rigori a cui il Belgio è dovuto ricorrere solo nel 1986 (eliminando la Spagna), ma negli ultimi nove incontro a eliminazione diretta è finita ai supplementari ben 5 volte. Non perde da 22 partite, ultima sconfitta con la Spagna che, a sua volta, ha la striscia più lunga di imbattibilità in corso.
Il Giappone dal 1998 (prima qualificazione) fa un’edizione uscendo ai gironi e una uscendo agli ottavi in perfetta alternanza. In questa occasione è passata solo grazie al “fair play”. Nelle ultime sei partite giocate ai mondiali ha segnato solo in una, vincendola, poi 2 pareggi e 3 sconfitte. Negli altri due ottavi giocato i nipponici hanno perso con la Turchia (1-0) e sono usciti ai rigori col Paraguay dopo lo 0-0 del campo.
Honda è fondamentale nelle azioni offensive, gli ultimi 10 gol ai mondiali vedono la sua firma: 4 reti e 3 assist, record in pareggio anche a questo mondiale (1 e 1) dove ha giocato solo 38 minuti. Dall’altra parte, però, Lukaku ha in striscia di 23 gol nelle ultime 20 presenze.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: