Dieci riflessioni semi-serie su TUF 27 Finale

Dopo il successo dell’articolo di esordio per la rubrica “Dieci riflessioni semi-serie su” a cura di Fatti Marziali, Simon ci propone le sue riflessioni sull’evento che ha visto protagonisti, fra gli altri, Alessio Di Chirico e il nuovo astro nascente neozelandese Israel Adesanya.

Credit: Stephen R. Sylvanie-USA TODAY Sports

  1. A guardarlo bene, Bryce Mitchell sembra uscito direttamente da un musical stile Disney Channel. Viene dall’Arkansas e nel tempo libero caccia scoiattoli. Se volete pubblica le foto delle loro carcasse su Instagram. Non una vittoria netta quella su Tyler Diamond ma a parer mio ha tutte le qualità per togliersi parecchie soddisfazioni.
    Diamond secondo me ha subito le pressioni di chi lo vedeva già vincitore del TUF. Tuttavia è un fighter solido e con un ottimo wrestilng (anche se Mitchell gli ha dato un po’ di filo da torcere in questo campo), non vedo male la sua carriera.
    Bryce Mitchell vs Steven Peterson;
    Tyler Diamond vs Brandon Davis.
  2. Gunther vs Zuniga è stato il match tra le ruote di scorta di questo TUF. Se non altro John Gunther non manca di personalità: tosatore di pecore di professione, sostiene che sia un ottimo allenamento per migliorare il BJJ. Stupendo a dir poco. In più ha quell’espressione da pazzo e assomiglia al tipico uomo forzuto del circo. Zuniga invece proviene dalla Costa Rica e vive con tartarughe e serpenti. Insomma entrambi personaggi particolari, che però non riescono ad incidere troppo come fighters.
    Allan Zuniga vs Richie Smullen;
    John Gunther vs Dan Moret.
  3. Luis Pena sembra già essere una piccola stella. Buono striking e buon gioco a terra, è destinato a grandi cose. Dice poi di essere un fan di Alessio Sakara e rivendica le sue origini italiane, sicuramente non passerà inosservato per gli spettatori del Bel Paese. Inoltre, nasce in Italia, vive negli Stati Uniti, ha un cognome spagnoleggiante, capigliatura afro e barba irlandese. Te credo che gridi “We are all one”!
    Neanche Smullen, con quell’aria pulita da carcerato di Alcatraz, mi sembra male. Da rivedere.
    Luis Pena vs Jason Gonzalez;
    Richie Smullen vs Allan Zuniga.
  4. A 23 anni, Montana De La Rosa ha già parecchia esperienza nell’ottagono, con il giusto team può fare bene.
    Montana De La Rosa vs Ji Yeon Kim.
  5. Già molto è stato detto su Di Chirico-Marquez. Incontro davvero combattuto, ma sono contento per Alessio, se lo merita. Porta a due le vittorie consecutive. Ora serve un incontro non troppo ostico, contro qualcuno che faccia salire nei rankings.
    Alessio di Chirico vs Darren Stewart. Manzo voleva il re-match contro Spicely, diamogli chi lo ha appena battuto, magari in una card europea.
    Julian Marquez vs Karl Robertson. Vengono entrambi dal Contender Series, prevedo KO.
  6. Brad Katona, ingegnere canadese che si sposta a Dublino per allenarsi, è il vincitore del TUF pesi piuma. Il nostro Clark Kent ha dato prova delle sue capacità vincendo i primi due incontri del The Ultimate Fighter, e lo scorso venerdì surclassa lo sfidante dimostrando un’intelligenza tattica spaventosa. Mi darete del pazzo, ma in Brad Katona vedo un piccolo GSP.
    Cucciniello invece non mi piace per nulla, scusate.
    Brad Katona vs Guan Wang;
    Jay Cucciniello vs Daniel Teymur.
  7. L’altra finale, quella dei pesi leggeri, vedeva di fronte Mike Trizano e Joe Giannetti, entrambi prospetti interessanti. I due ci regalano uno spettacolo osceno nel secondo round, dove da una particolare posizione del Kamasutra Trizano colpisce con “brutali” gomitate il posteriore di Giannetti. Dopo questo evidente abuso sessuale, Giannetti nell’ultimo round sembra uno studende scazzato alla quinta ora del sabato mattina, tira qualche calcio contro voglia e stop. Vince Trizano ma potevamo vedere un incontro decisamente migliore.
    Joe Giannetti vs il Professore che gli intima di togliersi il cappellino in classe;
    Mike Trizano vs vincente tra Siffredi-Trentalance.
  8. Tutti stupiti da Israel Adesanya. Modestamente non ho mai avuto dubbi sul fatto che potesse battere Tavares. Disse che Marvin ha uno stile particolare mentre Brad è roba che conosce. E così ha vinto. Poi scusate la nerdaggine ma uno che spiega i segni con le mani di Naruto nel post fight non può essere che un idolo sopra ogni cosa. Nulla da togliere a Tavares, un guerriero.
    MI piacerebbe vedere Adesanya vs Jacaré, ma dico Israel Adesanya vs Gaara del Villaggio della Sabbia;
    Brad Tavares vs Uriah Hall.
  9. Per chi avesse seguito tutto il TUF, se DC batte al primo round Miocic come atleta, lo surclassa prima dell’inizio dell’incontro come coach. Cormier sa stare in TV e si vede, in più sembrava davvero ci tenesse ai suoi ragazzi. Non che a Stipe fregasse nulla, ma sicuramente era molto più distaccato.
  10. Perché Artem Lobov dovrebbe stare nell’angolo di un fighter? Oltre ad essere fonte d’ispirazione, che ruolo ha? La SGB non ha nessun altro?

Simon Grosso

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: