NFL in pillole – Championship Sunday: ancora tu?

E’ la domenica in cui alcuni sogni iniziano e altri finiscono.

Altrimenti detta quella in cui i Patriots si qualificano al Super Bowl.

Mettiamoci avanti con il lavoro: si scrive Super Bowl cazzo! Non Superbowl.

I Jaguars hanno fatto una stagione grandiosa, specie considerato che sono usciti dal 1970:

La velocità della difesa di Jacksonville è stupefacente, e per lunghi tratti della gara anche Brady non sapeva che pesci pigliare.

Date un Oscar all’OC dei Jaguars.

Dategli anche il Nobel e tutto quello che volete: ha fatto sembrare per larghi tratti della gara un QB buono anche Blake Bortles.

Anche se nel quarto quarto le scelte di Jacksonville, sia in attacco che in difesa, hanno lasciato alquanto a desiderare…

Una nickel defense passiva in difesa, un playcalling offensivo che ha avuto sempre una corsa centrale al primo down e una bomba sul lungo nel secondo down, e palla snappata sempre con diversi secondi sul cronometro: non la migliore strategia per sorprendere una squadra come New England.

Per maggiori info vi consiglio di leggere il thread che parte da questo tweet:

E comunque i Jaguars si sono presentati a Foxboro con una voglia e una cazzimma ragguardevole, in ogni reparto:

E nel primo tempo sembravano loro i veterani di tante battaglie…

E se la stavano godendo…oh come se la godevano…

Quando Gronkowski è uscito per infortunio sembrava che per i Patriots stesse arrivando la fine della dinastia quasi…poi hanno dimostrato ancora una volta come hanno più vite dei gatti.

Ah, se c’è qualcuno che ha creduto per un solo momento che Brady non avrebbe giocato questo Championship…beh…è pregato di farsi vedere da uno bravo!

La battaglia delle linee è stata entusiasmante, con gli arbitri che hanno lasciato giocare molto e fischiato pochissimi holding. E alla fine l’andamento della partita ha seguito l’andamento di chi vinceva questa battaglia.

Dante Fowler Jr. si è fatto attendere un po’ causa infortuni…ma ora si che è una terza scelta assoluta.

Comunque rendiamoci conto che nel primo tempo Blake Bortles ha fatto anche un cazzo di lancio spettacolare!

E Keelan Cole una cazzo di ricezione!

Si, se non avevate mai sentito nominare Keelan Cole sappiate che siete in buona compagnia.

“Ohhhhhhh, ahhhhhhhh, ehhhhhhh, uhhhhhhh….”, ma era un film porno o Tony Romo che riguardava un un replay?

A dimostrazione di quanto bene hanno giocato Jaguars c’è da considerare che New England ha dovuto aprire il libro dei trucchi per sorprenderli…

Anche se poi c’era Myles Jack:

Hai bisogno di una ricezione decisiva sul finire di una gara? Citofonare Amendola prego.

Per buona parte di stagione ci si è chiesto cosa abbiano visto i Patriots in Gilmore per offrirgli quel contratto? L’abbiamo scoperto:

E questa volta anche Belichick ha mostrato qualche emozione…

Ma non certo amore per la moda…

Questa è la sedicesima stagione da titolare in NFL per Tom Brady. Giocherà il suo ottavo Super Bowl: il 50% delle sue stagioni!

Senza parole…

E quindi sarà un Super Bowl tra animali: goat vs underdogs.

Che poi è tutto già scritto: Nick Foles sarà il terzo QB a giocare il Super Bowl da titolare dopo aver giocato meno di 3 partite nella stagione regolare. Gli altri 2? Jeff Hostetler (1990 – W) e Doug Williams (1987 – W).

I Vikings arrivavano da una partita emozionante che gli aveva dato un’enorme scarica di adrenalina, avevano iniziato ottimamente la partita e poi…

Pick six e partita totalmente cambiata!

Anche se McKinnon una bella botta sul ritorno l’ha rifilata:

Quel giorno in cui Nick Foles fu la reincarnazione di Peyton Manning.

Mentre la difesa degli Eagles è stata come al solito asfissiante, e Case Keenum si è ricordato di essere Case Keenum:

Se in AFC la battaglia delle linee è stata incerta, in quello NFC è stata semplicemente un massacro.

Quando poi gli Eagles si sono messi anche a giocare delle flea-flicker si è capito che non c’era più speranza per i Vikings:

Che poi…ok Jaguars e Eagles, ma vogliamo parlare della stagione al limite della perfezione di Minnesota?

Alla fine hanno perso solo contro una squadra più completa.

E che si è dimostrata in campo più decisa di loro. Li hanno sostanzialmente picchiati!

E ora due settimane di attesa prima della partita più importante dell’anno. Ma anche la più triste perchè poi non si vedrà più football giocato per 8 mesi.

Volete sapere cosa significa essere un tifoso in trasferta a Philadelphia per un Championship? Vi anticipo che non è bello…

angyair

Tifoso dei 49ers e dei Bulls, ex-calciatore professionista, olimpionico di scherma, tronista a tempo perso, candidato al Nobel e scrittore di best-seller apocrifi. Ah, anche un po' megalomane.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: