I Tennessee Titans ai piedi della ricostruzione

Fly zone

Fly zone

Un filosofo contemporaneo ha dato il suo giudizio: “Le 5 peggiori squadre della NFL sono (in ordine sparso) Titans, Bills, Raiders, Jets e Cardinals” e visto che c’è molto più gusto a parlare delle squadre disagiate piuttosto che dei possibili campioni dedichiamo la puntata del weekend attraverso le squadre NFL ad una di esse: Perché i Tennessee Titans sono così disastrati? Scorrendo il roster la prima cosa che viene in mente non è Locker, non è quale Chris Johnson vedremo, ma è difesa sulle secondarie.

Statisticamente siamo davanti ad uno dei peggiori team della lega come yard concesse su lancio e il personale a roster non fa sperare netti miglioramenti in questo particolare fondamentale: Verner, dopo un debutto pieno di flash, l’anno scorso ha deluso tanto da essere visto ormai come safety (anzi backup safety) con la speranza che il riciclo possa portare vantaggi tanto a lui quanto alla squadra. Davanti a lui ci sono Michael Griffin e Bernard Pollard, con quest’ultimo che oltre a proclami strampalati e di dubbio gusto (“vinceremo il campionato e ammazzerò qualcuno”) che oltre a far notizia per i suoi colpi duri non mi ha mai pienamente convinto. George Wilson sarà nel mix per dare un po’ di esperienza, ma resta qualche dubbio su quanto benzina ci sia ancora nel suo serbatoio, se i Bills hanno deciso di scaricarlo.

Se in safety ci sono almeno i “nomi”, tra i cornerback è tutto campato in aria: Jason McCourty è l’unico punto di forza e certezza di un reparto che, per il resto, vede solo giocatori sinora impiegati per lo più in special team, oltre che un paio di rookie da terzo e sesto giro. C’è da preoccuparsi: in una lega che è sempre più pass-friendly e con squadre che sempre più tendono ad avere 3+ CB potenzialmente titolari, i Titans stanno andando in direzione opposta, sicuramente loro conoscono molto meglio di noi le potenzialità di Tommie Campbell, Coty Sensabaugh, Blidi Wreh-Wilson (che alcuni siti riportano come Bliki…se non conoscono nemmeno il nome….andiamo bene…) e Khalid Wooten e magari ci sorprenderanno durante l’anno, sino ad allora restiamo scettici.

Il front 7 rappresenta l’altra faccia della medaglia: se non hai buoni CB almeno evita che il QB abbia tutto il tempo per sottolineare le loro mancanze. La pass rush dei Titans è uno degli aspetti più interessanti: parliamo di 39 sack complessivi e nessun giocatore sopra i 7 sack personali; di più: tra i migliori pass rusher in questa 4-3 ci sono due LB, ovvero Akeem Ayers con 6 e Zach Brown con 5,5, di poco dietro al giovane Derrick Morgan primo di squadra con 6,5 sack stagionali.

Morgan è il giocatore da seguire con maggiore interesse, entrato in NFL nel 2010 come potenziale crack, ha avuto un periodo di adattamento più lungo del previsto, anche a causa di problemi fisici. La stagione 2013 dovrà essere il suo breakout year, andare in doppia cifra di sack vorrà dire per i Titans l’aver trovato finalmente un tassello su cui puntare, altrimenti dai prossimi anni bisognerà ricominciare la ricerca del pass rusher che manca dai tempi di Jevon Kearse, anche perché il suo omologo nell’altro lato della linea difensiva, Kamerion Wimbley è buono, ma non eccelso, e difficilmente sarà mai quel DE dominante che ci si aspettava 7 anni fa dopo la sua annata da rookie, la prima (e sinora unica) stagione da 10+ sack.

Più yard, meno chiacchiere

Più yard, meno chiacchiere

Gli investimenti più interessanti però quest’anno sono arrivati in attacco, in particolar modo il centro della linea è stato stravolto: Andy Levitre e Chance Warmack rappresentano un duo di guardie dietro a cui potrei avere 3 yard a portata anche io, figurarsi uno come Chris Johnson. L’ex Bills è stato uno dei segreti dietro le cifre messe a segno l’anno scorso da CJ Spiller ed è stato pagato a peso d’oro in questa free agency (6 anni a 46 milioni complessivi); il rookie da Alabama è stato scelto alla 10a assoluta e il fatto che una guardia sia scelta nei primi 10 e non faccia gridare allo scandalo indica bene quale siano le aspettative attorno a lui.

Come già accennato di queste aggiunte ne gioverà dapprima Chris Johnson, che dopo il sovrautilizzo di un paio di stagioni fa e la diatriba contrattuale, finalmente si dovrebbe presentare ai nastri di partenza concentrato e con tutte le carte in regola per tornare ad essere quello che era stato nei suoi primi due anni in NFL. Affianco a lui Shonn Greene in uscita dai Jets può essere il classico RB in grado di dare solidità al running game e respiro al titolare, senza però esserne quel cambio di ritmo che si ricerca nei RB di “riserva”. Il running game in generale sarà cruciale nelle fortune stagionali dei Titans, perché, smettiamola di girarci attorno, il Jake Locker visto sinora non è parso ancora del tutto pronto per guidare un attacco professionistico: difenderlo in senso stretto con una linea “nuova” e in senso lato con delle corse più efficaci è uno dei motivi principali che hanno guidato la offseason nel Tennessee.

L’aver sostituito un giocatore tanto talentuoso quanto inaffidabile nello svolgimento di un game plan come Jared Cook, con l’emblema del giocatore tutto fare e funzionale come Delanie Walker è una delle mosse forse più sottovalutate della loro free agency ma al tempo stesso più azzeccate nell’ottica “proteggiamo il nostro QB”.

Aspetti da tener d’occhio:

Ryan Fitzpatrick: s’è dimostrato essere un QB in grado di mettersi in mostra e collezionare in poco tempo cifre importanti, la franchigia doveva pur pararsi dall’eventuale fallimento di Locker. Occhio però ai facili innamoramenti, stile Bills.

Britt, Wright, Hunter: i Titans hanno pescato anno dopo anno giovani talenti nel reparto dei ricevitori, siamo davanti ad un trio potenzialmente devastante, forse l’aspetto con cui i tifosi possono più facilmente entusiasmarsi, ne hanno ben donde.

Rob Bironas: male che va i punti sul tabellone li mette lui.

azazelli

Da giovane registravo su VHS tutte le finali di atletica, mondiali ed olimpiadi, poi m'hanno cancellato il record di Donovan Bailey con Beautiful e mi sono dato al download. Vivo di sport, cerco di scriverne.

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Giacomo ha detto:

    Questo Azazelli sta diventando bravissimo. Nel 2012 hanno chiuso con dieci sconfitte, se tutto va bene, quest’anno, potrebbero (vista la schedule) scendere sotto le otto sconfitte. Saranno interessanti da vedere, assicurano sempre spettacolo, forse anche a causa della loro secondaria scombiccherata. (Io quest’anno me lo prendo Chris Johnson)

    • azazelli ha detto:

      Grazie grazie 🙂
      Lui (Chris Johnson) è un mio pupillo (non è che posso odiare proprio tutti) e i due acquisti in linea per me lo (ri)porteranno su livelli da migliore della lega. Il reparto dei ricevitori è davvero intrigante, però resta la questione Locker che non mi lascia buone sensazioni, anche perché il primo anno della gestione Munchak da questo punto di vista ha lasciato qualche perplessità. L’ho intradetto, qui completo il mio pensiero: occhio che Fitzpatrick ha il braccio per innescare quelle 3 frecce (anche se non ha le capacità per essere un QB solido in NFL e nella gestione dell’attacco, almeno questo è quello che ha mostrato a Buffalo) e porterebbe non poca “confusione” nel reparto.

  2. Blu ha detto:

    A me Locker sta molto simpatico lui, a differenza di altri, la ragazza l’ha persa per d’avvero. Al contrario invece CJ2K mi sta particolarmente sgradito, ricordo ancora l’estate passata a star dietroa tutte le sue bizze per la storia del’ suo rinnovo contrattuale… Situazione noiosa quasi quanto quella di Hernandez. Mi chiedo ma Britt ce la fa a fare una stagione intera??? E’ tanto che il mondo nfl si aspetta qualcosa di serio da lui. Nel complesso nn vedendo miglioramenti in difesa quindi non penso faranno tanto meglio dell’anno precedente, a meno che un messianico Pollard non prenda in mano la difesa e la porti verso la terra promessa. Ma ci credo proprio poco.

  1. 27 Luglio 2013

    […] Continua a leggere su “Quel che passa il convento” […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *