MotoGp: Sprint Finale

Tripletta italiana in terra britannica

Tripletta italiana in terra britannica

Il Gran Premio di Silverstone ha delineato  chi saranno i contendenti per il titolo MotoGp 2015. Le speranze di rimonta mondiale di Marc Marquez si sono spente a 8 giri dalla fine, quando lo spagnolo è caduto salutando definitivamente un possibile triplete. A vincere in terra inglese è stato Valentino Rossi, mentre Jorge Lorenzo non è andato oltre al quarto posto. A completare il podio, tutto italiano, sono stati Danilo Petrucci, protagonista di una fantastica gara e un’incredibile rimonta dal 18° posto, ed Andrea Dovizioso.

Con sei gare dalla fine il duello Valentino Rossi- Jorge Lorenzo entra nel vivo. Analizziamo i punti a favore e a sfavore dei due contendenti e quali possono essere i fattori determinanti.

Perché può vincere Valentino Rossi:

Innanzitutto il Dottore ha un vantaggio di 12 punti da poter amministrare sul compagno e diretto avversario. Un fattore a favore di Rossi è la regolarità di risultati che sta ottenendo in questa stagione: è l’unico pilota ad essere salito sul podio in tutte e 12 le gare del 2015 (4 primi posti – 2 secondi – 6 terzi). Questa regolarità gli ha permesso di stare davanti a Lorenzo anche con una vittoria in meno rispetto al maiorchino.

Poi ci sono le motivazioni e la fame di vittoria: gli è stato dato più volte del bollito, soprattutto negli anni in Ducati, e questo può essere l’anno per mettere a tacere tutti. E c’è quel tanto ambito 10° titolo da conquistare. Anche sotto l’aspetto mentale, Valentino Rossi è il pilota più forte “di testa” nella MotoGP e in un finale di stagione al photo-finish quest’arma può essere fondamentale per il Dottore.

Un altro punto a favore di Rossi è la superiorità nelle sfide corpo a corpo, il suo regno. Già in stagione ha dimostrato di primeggiare in queste sfide sia in Argentina, la spallata con Marquez, sia in Olanda, la vittoria tagliano l’ultima curva sempre dopo un contatto con lo Spagnolo.

Il punto debole? Le qualifiche: spesso nel giro secco Rossi fatica e ciò lo costringe a dover rendersi protagonista di rimonte dalla terza fila, o oltre, con conseguenti rischi che si possono correre a centro gruppo e nei sorpassi. Rischi che in un finale in volata non si possono correre.motor_rossi.vadapt.620.high.50

Perché può vincere Jorge Lorenzo:

Dopo un avvio titubante, lo spagnolo è riuscito a ritrovare la forma ottimale e questo gli ha permesso di vincere quattro gare consecutive, ricucendo lo svantaggio da Rossi. E’ forse nel momento migliore della sua carriera, più maturo, più preciso alla guida e meno irruento. E’ spesso più veloce del compagno di squadra, soprattutto in qualifica, dove spesso non va oltre la prima fila. Parte da uno svantaggio di -12pt. da Valentino Rossi, ma già in stagione ha dimostrato di poter rimontare tranquillamente in classifica (dopo le prime 3 gare era a -29 dal Dottore). Anche per lui ci sono le motivazioni, una in particolare: poter diventare campione battendo Valentino Rossi, il suo grande “nemico” in Yamaha fin dal suo approdo in MotoGp. Vero, Jorge ha già vinto due titoli nella classe regina ma mai lottando contro il Dottore, infortunato nel 2010 e in Ducati nel 2012. Battere finalmente Rossi sul campo sarebbe la definitiva consacrazione per lo spagnolo.lorenzo

 Marquez e le Ducati pedine fondamentali?

Il campione del mondo, dopo la caduta a Silverstone, è sprofondato a -77 dalla vetta della classifica, dicendo di fatto addio alla lotta per il titolo, anche se matematicamente sarebbe ancora in gioco. Sicuramente Marquez non si farà da parte e proverà a vincere più gare possibili, rubando punti ai due piloti Yamaha. Anche le Ducati possono essere un’insidia per il duo Yamaha, già da Misano dove hanno effettuato  test di recente. Meno pericoloso in ottica corsa mondiale sarà invece Pedrosa, non molto incisivo in questo 2015 causa infortunio e problemi fisici che lo tormentano per tutta la stagione.

Il week-end di Misano sarà fondamentale soprattutto per Valentino Rossi, che potrebbe aggiungere altri  punti fondamentali al suo bottino. Jorge Lorenzo farà di tutto invece per cercare di vincere in casa del nemico e riportarsi sotto. L’albo d’oro dice 3-3 tra Rossi e Lorenzo a Misano. Chi si porterà in vantaggio Domenica?

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. azazelli ha detto:

    La Decima sta prendendo forma all’orizzonte (ahime :D): l’ultima gara finirà per influire molto in questa corsa, perché alla fine Lorenzo finisce sempre per rincorrere in classifica e come dici tu rossi più fiù dal podio non sembra poter mai andare, Ducati e Pedrosa sembrano un po’ in affanno e nei corpo a corpo Lorenzo non l’ha praticamente mai battuto. Mancano ancora 6 GP, ma sarà davvero dura per Jorge, cioè batterlo 4 volte su 6 potrebbe anche non bastare

  2. mlbarza ha detto:

    Non darei così in discesa la strada per Rossi, gli auguro arrivi il 10mo titolo, ma credo se lo dovrà sudare fino all’ultima gara. Posto che nessuno dei due abbia problemi da ora a fine stagione (lo spero seppur tifoso di Rossi, per l’incertezza del duello) saranno decisivi gli altri. La capacità di Marquez di stare in piedi (e se ce la fa, davanti ad almeno uno dei due Yamaha ci finisce) e di Pedrosa di avvicinarsi al podio. Sono meno convinto sulle Ducati, credo abbiano bisogno della situazione “particolare” per emergere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *