L’articolo ufficiale sulla migliore canzone ufficiale

Capita spesso, durante i nostri meeting redazionali, che ad un certo punto esca la frase: “ma te la ricordi quella canzone che era la canzone ufficale di quella manifestazione?”. “Ah si, quella che faceva…” e così via. Ad un certo punto ci siamo detti: ma perchè non fare un pezzo sulle canzone ufficiali delle varie manifestazioni sportive per raccoglierle insieme e decretarne la migliore? Almeno a nostro insindacabile giudizio…

Ed eccomi quindi a mettere insieme quante più di queste canzoni sono riuscito a recuperare (se ne avete altre da suggerire non fatevi problemi), e mi sono subito accorto di una cosa: le olimpiadi invernali se le cagano in pochi cantanti! Ma andiamo con ordine.

Senza andare troppo indietro nel tempo iniziamo con i mondiali di calcio d’Italia 90, che, almeno secondo me, hanno segnato un notevole punto di svolta nel genere con quella che non era più una “marcetta” o una canzone dalle tinte eroiche ma una vera e propria canzone pop, per lo più molto bella, “Notti magiche” della coppia Nannini-Bennato:

A stretto giro di posta, due anni dopo, un’altra coppia illustre fornì il tema ufficiale delle Olimpiadi Barcellona 92 con una canzone che univa la voce rock del leader dei Queen Freddy Mercury, da poco scomparso, con quella lirica del soprano spagnolo Montserrat Caballé dal titolo “Barcelona” in una hit che non sfigurerebbe neanche nelle classifiche attuali:

E’ tempo di nuovo di mondiali nel 1994, con quelli negli USA che segneranno il ritorno alle canzoni dai toni epici ma, sostanzialmente, dimenticabili con “Gloryland”:

Se questa era la canzone ufficiale, questi Mondiali rimasero alla storia musicale per due altre cose: l’esibizione di Jennifer Lopez e del suo pacco nella cerimonia inaugurale con “Let’s get loud” e la hit degli Elio e le Storie Tese sul tema (e sigla di una stagione di Mai dire Goal) “Nessuno allo stadio”.

Sempre nel 94, per i mondiali di nuoto di Roma, ci si affidò a Claudio Baglioni, con la speranza di ottenere lo stesso successo di 4 anni prima, ma la pur orecchiabile (sempre se vi piace il genere “martellata sulle palle” ovviamente) “Acqua nell’acqua” rimane ben lontana da “Notti magiche”:

Nel 1996 si ritorna negli States per le Olimpiadi di Atlanta per cui scende in campo unn pezzo grosso dell’epoca, Gloria Estefan con “Reach”: ok ma insomma…

Sempre nello stesso anno ci sono gli Europei di calcio in Inghilterra e qui abbiamo un caso curioso perchè la canzone ufficiale sarebbe un’altra, che non però non ricorda nessuno e per cui non vi faremo perdere tempo, ma quella che è passata alla storia è “Three Lions”, scritta da Ian Broudie, con i comici David Baddiel e Frank Skinner, che per altro ancora viene cantata dai tifosi inglesi quando gioca la nazionale:

Ormai quello della canzone ufficiale di una manifestazione importante stava diventato una cosa seria, e quindi ecco nel 98, in occasione dei mondiali di calcio in Francia l’arrivo di un’icona pop mondiale come Ricky Martin e la sua festante “La Copa de la vida”, che inevitabilmente fa partire il coretto quando si arriva al ritornello:

A questo punto, dopo un periodo abbastanza morto, possiamo passare direttamente al 2004 e agli Europei di calcio portoghesi per cui si scomoderà Nelly Furtando con “Forca”. Non la ricordate? Non ve ne faremo una colpa.

Ed eccoci ai mondiali di calcio tedeschi, quelli dei supplementari contro la Germania, del “Tutti a Berlino Beppe!”, del colpo di testa di Zidane, del rigore di Grosso ma soprattutto di Checco Zalone e di “Siamo una squadra fortissimi”! Non era certo la canzone ufficiale del torneo, ma sfido chiunque a non fischiettarla quando si ripensa a quella splendida avventura:

Ah si, dicevamo della canzone ufficiale del torneo: “The time of our lives” de Il Divo, ma sono piccoli particolari…

Le Olimpiadi a Pechino sono un mondo a parte, e lo stesso si può dire della loro canzone ufficiale “You and me”:

Nel 2009 tornano i mondiali di nuoto a Roma e chi chiamano per scriverne l’inno ufficiale? Bravi, avete indovinato, sempre lui, proprio lui, Claudio Baglioni che questa volta fa un “buco nell’acqua” con la scialba “Un solo mondo”:

Quando ormai il tema “canzone ufficiale” sembrava in declino ecco i mondiali di calcio in Sudafrica con Shakira e la sua irresistibile (non mi dite che non avete mai provato a fare anche voi il balletto con movimento di anca) “Waka Waka (This time for Africa)”, tra l’altro con un video con belle immagini di calcio:

Purtroppo per le nostre orecchie quei mondiali sono passati alla storia anche per uno dei flagelli più terribili che l’umanità abbia mai inventato: le vuvuzelas!

Le Olimpiadi di Londra sono un caso molto particolare perchè la canzone ufficiale “Survival” non è affatto male (escludendo il primo minuto e mezzo di sostanziale nulla), e d’altronde è firmata dai Muse, ma io non la ricordavo per niente, pur essendo passati solo 4 anni  da allora:

Per i mondiali brasialiani del 2014 scende in campo un mammasantissima della musica pop-disco degli ultimi anni (alcuni preferiscono chiamarle “merdate” e chi siamo noi per contraddirli), uno che ha firmato tanti remix di successo e che ha un nome da protagonista di Gomorra: Pittbull con la sua “We are one (Ole Ola)”.

Ma non possiamo certo dimenticare che quello era il “Mondiale dei Mondiali” (cit.) e quindi abbiamo dovuto sopportare per tutta l’estate Emis Killa con la sua “Maracana”:

Sulla falsariga di quella brasiliana ecco la scelta dei francesi di affidarsi al “guru della musicadimmerda” David Guetta che in collaborazione, anzi in featuring, come dicono quelli bravi, con Zara Larsson ha tirato fuori “This One’s for You”:

A questo punto dovrei chiudere in bellezza con la canzone ufficiale delle prossime Olimpiadi di Rio de Janiero, ma non l’ho trovata.

E ora passiamo alla nostra classifica. Sarà l’età, sarà la nostalgia per l’età ormai andata, sarà quel che sarà ma per me al primo posto ci va indiscutibilmente “Barcelona”, canzone che mi fa emozionare ancora oggi quando l’ascolto. Subito dopo ci metto, anche per questioni di campanilismo, “Notti magiche” inseguendo un goal in quest’estate…i-ta-lia-naaaaaa, anche perchè ha segnato una e vera e propria svolta nel genere. Al terzo posto sono indeciso tra Ricky Martin e Shakira, ma visto che la delusione per quello che l’Italia ha fatto in entrambe le competizioni è grande, anche se per motivi diversi, vado con il culo talento di Shakira e quindi dico “Waka Waka”, con “La Copa de la vida” al quarto posto e al quinto i Muse di Londra 2012. Fuori concorso “Three Lions”, “Nessuno allo stadio” e “Siamo una squadra fortissimi” in quest’ordine.

E la vostra classifica?

angyair

Tifoso dei 49ers e dei Bulls, ex-calciatore professionista, olimpionico di scherma, tronista a tempo perso, candidato al Nobel e scrittore di best-seller apocrifi. Ah, anche un po' megalomane.

Potrebbero interessarti anche...

11 Risposte

  1. Luco_00 ha detto:

    Riposto in un commento unico che ho fatto casino con Twitter: 1990 e 1992 una spanna sopra. Comunque Let’s Get Loud mi pare fosse legata a un Mondiale di calcio femminile, di sicuro è più recente del ’94.

    Del mondiale sudafricano trovavo molto più orecchiabile e “da mondiale” l’inno della Coca Cola “Wavin’ Flag”

  2. azazelli ha detto:

    Per me “nessuno allo stadio” è la canzone (non) ufficiale più ufficiale di tutte…come sempre elio & gialappa decenni nel futuro……

  3. ALBERTO ha detto:

    La mia classifica Ufficiale:

    1) Barcelona
    2) Notti magiche
    3) Waka Waka

    anche se notti magiche per me ha un sapore particolare…..

  4. angyair ha detto:

    Giusto! Mondiali femminili negli USA (sempre lì stiamo). La canzone è del 1999.

  5. angyair ha detto:

    Non la ricordavo questa. E appena partita ho scoperto che è il tema iniziale di “Ciao Belli” su Radio Deejay. 😀

  6. Luco_00 ha detto:

    Per Ciao Belli ero rimasto al tema di Grease 😀

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: