Categoria: NFL

2

4 Squadre NFL – AFC North 2018

Sulla scia di Alessandro Borghese e dei suoi 4 Ristoranti, sono nate un po’ di trasmissioni che hanno “rubato” lo stesso format. Colti da un improvvisa illuminazione abbiamo deciso anche noi di accodarci a questo format e presentarvi così, division per division, le squadre NFL che parteciperanno al campionato 2018 che inizia a settembre (anche se qua nessun Borghese potrà ribaltare il risultato, a quello ci penserà il campo). Division già pubblicate: NFC West. Division pubblicate successivamente: NFC North, AFC East, NFC East, AFC South, NFC South, AFC West.. Oggi per la AFC North, daranno i loro giudizi: Amico di un...

0

4 Squadre NFL – NFC West 2018

Sulla scia di Alessandro Borghese e dei suoi 4 Ristoranti, sono nate un po’ di trasmissioni che hanno “rubato” lo stesso format. Colti da un improvvisa illuminazione abbiamo deciso anche noi di accodarci a questo format e presentarvi così, division per division, le squadre NFL che parteciperanno al campionato 2018 che inizia a settembre (anche se qua nessun Borghese potrà ribaltare il risultato, a quello ci penserà il campo). Division pubblicate successivamente: AFC North, NFC North, AFC East, NFC East, AFC South, NFC South, AFC West.. Oggi, per la NFC West, daranno i numeri voti il nipote de LaGrandeT (@il_secco81 su...

0

Draft NFL 2018 – Pensieri a caldo pick by pick

Qualche pensiero a caldo su quanto successo nella prima notte del draft, pick by pick. 1 Cleveland Browns – Baker Mayfield (QB, Oklahoma): intanto bisogna ringraziare il GM Dorsey per aver reso appassionante la vigilia di questo draft, nascondendo fino all’ultimo la sua scelta. Mayfield probabilmente è il miglior QB di questa classe, nel complesso un po’ sopravvalutata, ma sicuramente bella carica. L’unica “red flag” sul suo conto è quella dell’altezza (mezza bellezza, diceva nonna…) e qualcuno dice il carattere fumantino. Se sarà un bust lo scopriremo solo vivendo, per il momento Cleveland non poteva uscire da questo draft senza...

5

L’Offseason NFL secondo me – All in Rams?

Lo scudetto d’estate Il Vince Lombardi Trophy di primavera è il terrore di ogni tifoso: dicono porti male, di certo aumenta le aspettative e quindi modifica poi l’angolatura dei giudizi di quelli che saranno i risultati. Nessuno vuole essere favorito, c’è molta scaramanzia in questo (come se cambiasse qualcosa…), molti in realtà sperano solo di arrivare a fine stagione con il sapore dolce del non aver deluso, che finisce quasi per contare più del risultato assoluto in se stesso. Questo è un aspetto molto interessante dell’ “essere tifosi” che andrebbe approfondito, ma magari in un altro contesto, qua voglio parlare...

2

L’Offseason NFL secondo me – Cosa resta? (2a parte)

Riprendiamo da dove avevamo lasciato ieri nel nostro percorso attraverso gli “avanzi della free agency” che ad un mese dal draft sperano ancora che qualcuno si ricordi di loro prima che sia troppo tardi. Kickers are humans too… …i punter invece no, nel senso che non generano traffico in fatto di free agency. Ai kicker invece buttiamo un occhio per capire quali sono i nemici di Tavecchio da “attenzionare“, sempre sottolineando che questo è uno dei mercati più frizzanti specie a stagione in corso. Sebastian Janikowski (K, ex OAK): c’è prima da capire quanta voglia abbia ancora di giocare. In più...

0

L’Offseason NFL secondo me – Cosa resta? (1a parte)

La free agency è un po’ come la Pasqua: molte squadre ci arrivano dopo una via crucis lunga 16 tappe, fatte per lo più di sofferenza, e dopo un periodo di (finto) silenzio, l’ormai sdoganato tampering più o meno legalizzato, arriva il miracolo della (presunta) resurrezione, ovvero firme spesso pesanti che ci fanno credere che da settembre sarà il nostro anno. Settembre quando appunto rinizia la via crucis di cui sopra: mai na gioia. A Pasqua, quella più terrena, poi ci si abbuffa: lo stoccafisso al venerdì, l’agnello (fritto, arrosto, in putacchio) alla domenica, la grigliata a Pasquetta. Dal martedì...

1

L’offseason NFL secondo me – I Cleveland Browns

Venerdì pomeriggio, interno giorno: John si sistema in maniera compulsiva gli occhiali sul naso mentre guarda fuori dalla finestra le nuvole cariche di pioggia sorvolare il lago. Sta per piovere e John ha anche una punta di meteoropatia, tutto ciò aumenta il suo stato di inquietudine: il tempo scorre lento, bisogna pur fare le 18 prima di lasciare l’ufficio e godersi finalmente il weekend, l’ultimo weekend di pausa. Continua a ripassare i documenti per la settimana successiva, fa i conti di quanti soldi hanno e di quanti ne avranno, ripassa tutte le strategie, il piano A, il piano B, il...

0

L’offseason NFL secondo me – La girandola dei QB

Volevo dire al mondo che in queste ore dramatiche (il caos generato da decine e decine di cambi di casacca) stanno passando tutti quanti una grossa crisi (il dramma di rientrare nel salary cap), c’è molto egoismo (Philadelphia che vuole costringere gli altri a prendere Foles, Kendricks, Curry, ecc), c’è molta violenza (Sean Smith è solo il primo), qua non sappiamo più quanto stiamo andando su questa Tera, qua non sappiamo più quanto stiamo facendo. Ti chiedi i come mai, ti chiedi i quasi quasi, dove è la risposta? La risposta non la devi cercare fuori, la risposta è dentro...

Il Super Bowl più incredibile 0

NFL in pillole – Super Bowl: the end of the f**king world

Incredibile! È questa la fine del mondo? Di sicuro è la fine delle battute sulla bacheca dei trofei degli Eagles… Ciao, ci mancherete, ma questa vittoria è stata bella e meritata. Ora però non distruggete la città. Incredibile la storia di Nick Foles. Incredibili tante cose di questo Super Bowl, un Super Bowl che è stato in particolar modo offensivo ma che poi, come quasi sempre in queste occasioni, è stato decisivo da un’azione, forse l’unica della serata, difensiva. È un grande onore cantare l’inno prima del Super Bowl, però almeno farsi trovare pronte… C’è Steratore ad arbitrare: un po’...

0

Super Bowl LII – Patriots vs Eagles: Preview

C’è un senso di “compimento” quando una finale è giocata dalle squadre che hanno dimostrato lungo ostacoli vari di essere le migliori del “campionato”: Philadelphia e New England lo sono state per le rispettive conference lungo tutta la stagione, non a caso sono anche le numero 1 del seed. Per la seconda volta nell’era del Super Bowl peraltro si affronteranno due squadre che hanno concluso la regular season con lo stesso differenziale punti fatti/punti subiti (+162, ça va sans dire il migliore per questa stagione): era già successo proprio nel primo Super Bowl giocato (vinto dai Packers sui Chiefs). Questi...