Taggato: Fabio Aru

0

Tour de France 2017 – Spallate, volate, cadute.

La prima settimana del Tour si conclude con uno che piange pensando di aver vinto, ma non l’ha fatto ed uno che ha vinto ma non si fida: “Questi giovani mi hanno fregato troppe volte”. Uran al microfono sempre un idolo, ma Barguil dopo una giornata passata a vincere e a perdere questa la tappa 4 5 volte in momenti diversi, forse se la meritava. Il francese si consola con la maglia a pois. Il colombiano con un tweet della De Stefano. @UranRigoberto CICCIO……GRANDEeeeeee — AlessandraDeStefano (@destefanoaless) July 9, 2017 A proposito di maglie, questa è la 49esima maglia gialla...

0

Tour de France 2017 – I Favoriti

Come spesso succede al Tour, la lista dei partecipanti è enormemente più intrigante del percorso (che vi avevamo presentato due giorni fa), e non potrebbe essere diversamente considerando che è la corsa più importante del mondo. Sulla carta c’è un favorito assoluto e poi tanta gente che sogna di defenestrarlo, ma Froome quest’anno è parso vulnerabile in più di un’occasione. Possibile che abbia posticipato il picco di forma per provare la doppietta Tour – Vuelta, ma questo ha dato sicuramente morale a tutti gli altri, che mai come ora possono davvero crederci. Il Favorito Chris Froome (Team SKY) – A...

Il Lombardia 16

Il Lombardia 2016 – Preview

Domani arriva l’ultima monumento dell’anno, la classica delle foglie morte, quella che nell’immaginario collettivo una volta chiudeva la stagione ciclistica, ma che ormai tra nuovi mercati e nuovi calendari, va già bene se si riposa a dicembre. Quest’anno “Il Lombardia” (una volta conosciuto come il giro di Lombardia) arriva addirittura prima del mondiale, che io ricordi (e ricordo molto poco, ndr) non era mai accaduto, potere del clima frizzante che si trova in Qatar dove il 15 ottobre verrà assegnata la maglia iridata. Ma restiamo al futuro imminente: dopo 3 anni di “esperimento” domenicale, il Lombardia torna a disputarsi di...

Tour, Froome 21

Tour de France 2016 – Promossi e Bocciati

Con il ghigno malvagio sulla faccia, il professore di Analisi 1 apriva il corso davanti ad una platea di 400 500 studenti impauriti alla loro prima lezione universitaria sempre con la stessa frase: “A febbraio i promossi di questo esame si conteranno sulle dita di una mano. [pausa scenica] Monca…..” senza accennare al minimo segno di risata iniziava poi a spiegare e quello sarebbe stato l’unico riferimento extra programma che avrebbe fatto per mesi. Era uno stronzo, conosciuto in tutto l’ateneo, era anche zoppo (qualcuno gliela deve aver fatta pagare negli anni), ho dimenticato il suo nome ma quando mi sono...

7

Intervista doppia – Che Tour sarà?

Dopo percorso e partecipanti, è il momento anche di qualche breve chiacchiera su quello che ci aspettiamo dalle prossime tre settimane di corsa francese che iniziamo domani. Come ormai consuetudine lo facciamo chiedendo il parere incrociato di due nostri redattori: Davide Cavati e Mattia Luchetta. Togliamoci subito il dente: chi vince il Tour e perché? Chi (tra i big) non lo vincerà e perché? DC: Sarà un Tour davvero molto equilibrato, fare i pronostici sarà davvero difficilissimo. Andiamo per esclusione: non credo in Contador maglia gialla a Parigi perché credo gli manchi qualcosina nelle gambe rispetto ai top (Froome per la crono...

18

Tour de France 2016 – I Favoriti

Come al solito il parco partenti del Tour è qualcosa di spettacolare, non vuole mancare nessuno, pure Nibali fresco vincitore del primo grande giro dell’anno è presente, anche se il suo ruolo e le sue condizioni dovrebbero essere secondari almeno inizialmente. Sarà ancora una sfida tra tre autentici fuoriclasse delle corse da tre settimane: Nairo Quintana, Alberto Contador e Chris Froome si trovano contemporaneamente alla partenza di un grande giro per la quinta volta (i precedenti a Vuelta 2012, Tour 2013, Vuelta 2014, Tour 2015), il bilancio sinora ha visto 2 vittorie nei Tour di Froome, 2 di Contador nelle Vuelte,...

20

Il Ciclismo 2016

Lo so, sulla RAI ancora non hanno passato una gara in diretta, ma la stagione ciclistica 2016 è già cominciata. Gare di riscaldamento, buone per gregari e qualche australiano. Buone per farsi un’idea su chi potrebbe essere il prossimo Cavendish o forse il nuovo Ivan Quaranta. Di polvere ne hanno già respirata e ne respireranno ancora nei prossimi giorni. A noi però interessa soprattutto quello che succede da marzo in poi. Si comincia. Grandi Giri Seguo il ciclismo da almeno vent’anni e voglio essere sincero: non mi ricordo un’epoca con così tanti corridori da grandi giri eccezionalmente forti. Nibali e...

7

Il 2015 sportivo dalla A alla Z

Non lo so come ci vengono in mente certe cose, ma alla fine si è deciso di chiudere l’anno con la noia del “top of the year” in salsa divanesca, ossia tutto ciò che ci ha esaltato nel 2015 o che comunque merita di rimanere registrato come evento degno di nota, piacevole o meno che sia. Siamo al più alto livello sportivo senza muovere nemmeno un muscolo. Tolti, ovviamente, il pollice che clicca sul telecomando o sul mouse per cambiare visione ed il braccio che solleva il boccale di birra per portarlo alla bocca. Su ciò che si perde in...

11

Vuelta 2015 – Dulcis in Aru

È stato emozionante, davvero emozionante; Fabio Aru ci ha fatto attendere sino all’ultimo, quando con un occhio controllavamo i chilometri che mancavano all’arrivo e con l’altro tenevamo sotto controllo l’altimetria della tappa, ma: “Fabio Aru ha vinto la Vuelta 2015” suona cosi dolcemente che gli abbiamo già perdonato l’attesa. La gamba di Dumoulin vista ieri ad Avila, anzi la gamba di Dumoulin vista nelle ultime tre settimane, mentre i chilometri scorrevano inesorabili, lasciava poco spazio a voli pindarici per il sorpasso finale benché i secondi da recuperare fossero soltanto 6. Facendo un passo indietro, vedendo il disegno della tappa, l’idea era...

8

Intervista doppia – Che Vuelta 2015 ci aspettiamo?

Oggi parte la Vuelta a Espana numero 70, l’ultimo tra i Grandi Giri sia come collocazione temporale durante la stagione ciclistica (almeno lo è dal 1995), sia come nascita (per la prima volta si corse nel 1935). In questa settimana abbiamo tolto il velo dal percorso che verrà fatto nelle prossime tre settimane e illustrato i partecipanti principali che verosimilmente daranno vita ad una lotta emozionante come spesso accade sulle rampe spagnole. Ora non ci resta che una piccola chiacchierata introduttiva, attraverso le parole ed i pensieri dei nostri due opinionisti di punta, ovvero Mattia “safebet” Luchetta e Davide “baliani” Cavati (purtroppo Cassani...