Taggato: Tom Dumoulin

0

Tour de France 2018 – I Partecipanti

Il ciclismo non è nuovo a vigilie turbolente per i suoi partecipanti, anche se negli ultimi anni queste spiacevoli attese erano andata un po’ a diradarsi. La vicenda Froome-UCI-WADA-ASO ha vissuto giornate caldissime ad inizio di questa settimane e non c’è niente di più distante dal “tutto è bene, ciò che finisce bene”, perché al di là di tutto, pare che ne escano da sconfitti tutti: Froome che avrà un ambiente ancor più invivibile ad attenderlo, l’UCI che come al solito sembra non contare nulla, quando dovrebbe essere quella che conta di più, la WADA che assolve ma in definitiva...

2

#QCPontheroad: il giro del Giro

A volte capita. A volte capita di aprire il cassetto dei sogni e di realizzarne uno. A me è andata così negli ultimi 10 giorni. Certo non ho fatto tutto “il giro del Giro” come sognavo da piccolo, non sono partito da Gerusalemme, non ho attraversato il deserto, non ho guardato dentro il cratere dell’Etna, ho dovuto smussare qualche angolo per rendere realtà quel sogno che ha preso una forma già più sostenibile a partire dalla “toccata e fuga” a Campo Imperatore Il Gran Sasso L’antipasto l’ho fatto con gli arrosticini abruzzesi, sopra i 2000 metri d’altezza di Campo Imperatore:...

0

Giro d’Italia 2018 – Bollettino 1a settimana

Dopo la tre giorni suggestiva in Israele (me ne guardo bene dal fare discorsi politici, ma dal punto di vista paesaggistico e dall’accoglienza che si è vista per le strade di un Paese per nulla abituato al ciclismo, suggestiva mi pare la parola giusta), il Giro d’Italia ha preso a risalire lo Stivale partendo dalla Sicilia, andando a delineare i primi contorni di un dipinto che probabilmente scoprirà ogni suo dettaglio non prima dell’ultimo arrivo in salita, a Cervinia, tra una decina di giorni. Questo quello che abbiamo imparato in questa prima settimana e come sono variate le “azioni” dei...

1

Giro d’Italia 2018 – I partecipanti

Questo Giro d’Italia sarà il primo Grande Giro con le nuove norme sul numero dei partecipanti introdotte proprio quest’anno: sempre 22 squadre (di cui 18 World Tour) ma con 8 iscritti ciascuna e non più 9. Nel complesso quindi un gruppo leggermente meno numeroso (e quindi si spera un po’ meno caos ed incidenti) e tattiche di squadra che potranno contare di una pedina in meno (e quindi si spera gare meno bloccate e più spettacolari). Le 4 invitate, tutte ProContinental, sono la Androni (vincente Ciclismo Cup 2018), la Bardiani, la Willier Triestina e la Isreal Cycling Academy. Rispetto all’anno...

0

Il Ciclismo 2018

Son 4 mesi che aspettate. Che poi magari facevate anche finta di niente: vi siete trovati un hobby, tipo la coltivazione della manioca o la pesca di frodo, e avete messo tante belle fotine su Instagram. Un sacco di sorrisi, ma dentro stavate morendo, perché senza le due ruote non riuscite a stare. E allora benvenuti al Ciclismo 2018, uno di quegli anni che tra un po’ di tempo potrebbe essere ricordato come quello in cui è cambiato tutto. Allacciate il caschetto, tra poco si parte. Grandi Giri Il 2018 sarà il primo anno senza il Pistolero, il più divertente...

0

Le 21 lezioni del Giro 100

21 lezioni sparse che abbiamo ricevuto da questo Giro d’Italia: Non era la prima volta che si chiudeva con una cronometro (la 18esima); non era la prima volta che proprio a causa della crono la maglia rosa cambiasse all’ultima tappa (la terza, dopo le ruote lenticolari di Moser e il cingolato di Hesjedal); è stata la prima volta di un olandese con il trofeo senza fine e nessuno l’aveva messo nemmeno nei primi tre nei nostri pronostici iniziali. A proposito di olandesi un pensiero va anche a Kruijswijk che, a differenza di Dumoulin, forse dopo l’anno scorso non avrà più una occasione...

0

Giro 100 – I partecipanti

Vi abbiamo presentato il percorso, tappa per tappa, oggi andiamo a scoprire, squadra per squadra, chi saranno i protagonisti lungo la strada che porta a Milano, conclusione naturale della centesima edizione del Giro d’Italia. PS. Ricordatevi di mandarci o sui social (Twitter @Quelchepassa, post di questo pezzo sulla pagina FB), o nei commenti qua sotto, il vostro podio, i primi tre classificati della classifica generale a Milano. NB. Per una migliore fruizione e consultazione abbiamo deciso di dividere la preview in più pagine, una per squadra, per scorrerle posizionate il mouse qui sotto e cliccate sulle frecce che compaiono lateralmente. [nextpage title=”Bahrain...

Il Lombardia 16

Il Lombardia 2016 – Preview

Domani arriva l’ultima monumento dell’anno, la classica delle foglie morte, quella che nell’immaginario collettivo una volta chiudeva la stagione ciclistica, ma che ormai tra nuovi mercati e nuovi calendari, va già bene se si riposa a dicembre. Quest’anno “Il Lombardia” (una volta conosciuto come il giro di Lombardia) arriva addirittura prima del mondiale, che io ricordi (e ricordo molto poco, ndr) non era mai accaduto, potere del clima frizzante che si trova in Qatar dove il 15 ottobre verrà assegnata la maglia iridata. Ma restiamo al futuro imminente: dopo 3 anni di “esperimento” domenicale, il Lombardia torna a disputarsi di...

13

Giro 2016 – Dall’Olanda al Chianti senza padroni

La prima settimana del giro se n’è andata, ringrazio il giorno di riposo di oggi che mi ha permesso di recuperare sul gruppo (mi sono perso live le tappe tra venerdì e domenica, dopo essere stato in strada verso Roccaraso giovedì: qui #QuelchepassaOnTheRoad trovate un po’ di foto). In queste prime 9 tappe abbiamo imparato poche cose in ottica classifica generale, benché comunque tra le tappe abbiamo avuto azioni spettacolari ed emozionanti, non tutte andate ovviamente a buon fine. Corsa Arancione L’Olanda è stata la partenza, ma non solo: su tutti Tom Dumoulin ha indossato la prima maglia rosa per questione di...

Il Colle dell'Agnello, salita decisiva per chi vuole vincere il Giro d'Italia 2016 29

Giro d’Italia 2016 – I Favoriti

Non ci sono tutti i big, anzi a guardar bene non ce n’è quasi nessuno, però è un Giro d’Italia interessante, vuoi perché i vecchi leoni non hanno dato segnali entusiasmanti in quest’ultimo mese, vuoi perché qualche giovane rampante ha dato l’idea di voler venire al Giro per stupire. Di potenziali vincitori ne contiamo una manciata, complice un percorso che richiede capacità di sapersi adattare a tutti i terreni, ma gli outsider (alcuni alla loro prima esperienza con la corsa rosa) paiono piuttosto affamati. E poi tanti velocisti e qualche corridore da classiche che comincia a fiutare il potenziale di...