Rio 2016: Day 13 – Giochi di squadra

Che squadra!

Che squadra!

[Beach Volley] Abbiamo scelto la nottata sbagliata per gettare la spugna troppo presto. Lupo/Nicolai ce l’hanno fatta senza di noi ed hanno raggiunto la finale olimpica. Dopo aver rischiato di uscire al girone o comunque passando attraverso i “lucky loser” con due partite nella stessa sera. Grandissimi. Ora ci sono i brasiliani…

[Tamberi] #SeceraTamberi (semicit.): il podio era totalmente alla sua portata, la vittoria beh…aspettiamo, per battere Drouin doveva fare il suo personale (possibile, ma non certo), anche perché arrivare a 2,38 senza errori era comunque tutto meno che ovvio.

[Basket] Giornata di quarti di finali: “ce ne sono 3 che possono finire in risse da bar“, “qualcuno anche in guerra…”, il primo, Australia-Lituania, è quello più pacifico.

[Volley] “Segnalo la Dabovic, pallacanestro serba femminile, da monitorare…”, sempre a livello tecnico si intende.

[Spirito olimpico] “Guarderei per ore squadre brasiliane che vengono eliminate, ti basta guardare Cina vs Brasile di Volley F per capire il perché” e da ieri direi che abbiamo del materiale da mettere in loop. “Scene da delirio ad ogni punto, ma non le giocatrici, il pubblico tutto”

[Atletica] Direttamente dalla telecronaca RAI: “figa bloccata“, un problema per tutti.

[Canoa Sprint] K2 1000m che si “riposa” nel primo turno forse conscio della difficoltà di battere la Serbia (solo la prima della batteria va in finale) e poi viene fuori molto bene nella semifinale, specie nella seconda parte di gara: è finale.

[Atletica] Su Marco Lingua quest’anno ci ricordiamo l’intervista post Europei (andati male, come queste Olimpiadi) in cui attraverso mille scusanti quasi implorava di essere portato a Rio. I 3 nulli diciamo che non ripagano l’occasione offerta.

[Atletica] “La Rosa paga un carattere troppo mansueto…..”

[Atletica] “Nessun keniano in finale dei 5.000….”, diciamo che quelli forti per davvero sono più attratti dalle corse su strada.

[Golf] Rapiti dalla bellezza del golf femminile. “Lovelady, un nome un programma?”, di sicuro non si chiama “Golflady”, visto che chiude a +8 la prima giornata. Ma mai come la tunisina Haddioui, +11. Male comunque anche le due nostre impegnate: la Sergas fa +6; Giulia Molinaro (+7) chiude il suo primo giro così: bogey, double bogey, par, birdie, triple bogey (su un par 5). Ci si aspettava qualcosa di più visto che entrambe militano nell’importante circuito professionistico americano LPGA: giornataccia.

[Atletica] Santiusti dentro le prime due della batteria per 5 centesimi e non deve attendere ulteriormente: è semifinale.

[Basket] L’Australia, specie in attacco, gioca davvero bene. La Lituania, specie in difesa, si guarda i piedi. Indovinate come è finta.

[Atletica] Sui 3.000 siepi “Jager prova la Lambruschini” e gli riesce: argento! Primo ovviamente Kipruto (Kenya che vince l’oro olimpico della specialità dal 1984), anche con un ottimo tempo (8’03″28), di solito nelle Olimpiadi/Mondiali c’erano gare molto più tattiche.

[Atletica] “Brutta” invece la storia che assegna il terzo posto al francese Mekhissi che vede accettato il suo ricorso. L’eterno Kemboi, all’ultima corsa in carriera, era riuscito a concludere al terzo posto correndo però (a giudizio del ricorso) più volte troppo internamente nella zona della siepe. Ad ore di distanza dalla gara il verdetto, noi comunque Mekhissi ce lo vogliamo ricordare così:

[Golf] Finisce il primo giorno per tutte: prime (non nei nostri cuori) una thailandese (Jutanugarn -6) e due coreane (Park e Kim entrambe a -5).

[Pallanuoto] “Garibotti meglio di Higuain“, “ce l’ha la panza?”, sì è iniziata Italia-Russia, chi vince avrà una medaglia. Chi perde giocherà per il bronzo. La prima metà va avanti a strappi: 0-2, 4-0, 0-2, 2-0 = 6-4 all’intervallo. “La Garibotti ha fatto la skyball”…correction: 0-2, 4-0, 0-2, 4-0. Altro gol di palombella per le nostre: “Ma il loro portiere è alto come Vanessa Ferrari?”. Garibotti 6 tiri, 5 gol: pazzia. Il gol da metà vasca mette il punto esclamativo. Il setterosa giocherà per l’oro!

Facciamo gruppo

Facciamo gruppo!

[Ginnastica Artistica] “Ma non avevano finito?!?”, “Questo è il grand gala, offrono le paste a chi ha creduto in loro”, “Paste e ginger…La festa delle medie?!?”

[Volley] “Scaglia dall’altra parte un pannolino ormai gonfio e pieno di materiale organico e viene rispedito perché maleodorante da parte di Kubiak”, Lucchetta racconta un muro.

[BMX] La BMX spiegata bene: “Che bella, adulti che corrono sulle bici dei propri figli facendo i fighi ma poi cadono e si rompono i denti”, “Se non cadi godi solo a metà (semicit.)”, “almeno non ci sono i voti”

[Basket] L’illegalità di Mirotic. L’interpretazione de “far più danni della grandine” da parte di Gelabale. Anche questo quarto è finito appena dopo essere iniziato. La prima semifinale sarà Australia-Spagna.

[Tuffi] Alla Batki non sta andando benissimo, ultimo tuffo: “Fossi in lei lo farei a bomba”, “…e avrebbe preso voti migliori”

[Volley] È il momento che aspettiamo da tutta la giornata…..il TG olimpico con il duetto Lauro-Tamberi!! Peccato finisca subito per dar spazio a Iran-Italia.

Iniziamo proprio bene: ci sono più battute sbagliate nel nostro primo set che in 5′ di Colorado.

Già depressi: “Vedi che non abbiamo perso apposta con il Canada. Siamo scarsi

“Ma Juantorena e Zaytsev ascoltano Blengini o si fanno i ca**i loro nei timeout?”

“2-1!!”, guardiamo la grafica dice 16-15, “sto contando come se ci fosse ancora il cambio palla”: nostalgia canaglia.

“Proviamo ad entrare nel timeout iraniano”…tanto poi traduce Lucchetta.

Non muriamo mai, non mettiamo una battuta. Non fosse una partita di volley, non sarebbe nemmeno così grave. “Dai, almeno i primi tempi all’inizio funzionavano”, “Chi cazzo è Rossini?“, “Entrato per il giro dietro per ricezione e difesa poi chiaro che leva Lanza” (momento tecnico, scusate), “Ci vuole la skyball”, “ci vuole un muro”…siamo 29-28 e l’effetto delle anfetamine non è ancora finito, pare…però arriva il muro: 31-29, 1-0! Per i nostalgici 6-5, tutto ancora in bilico.

Momento “Adorazione per Giannelli” puntuale: “Giannelli finora migliore dei nostri in battuta”, “Giannelli batte da dio” (almeno lui), “Giannelli è dio”, “Giannelli è tipo quei play da basket che mettono tutti in ritmo”.

Ci sono più esultanze che punti: “L’aeroplanino”, “ma vai a cagare”

Continuiamo a far schifo in battuta: “Stanno battendo come la Errani“, 13 dei loro primi 40 punti sono stati su nostri errori in battuta.

Battiamo bene (abbiamo dovuto mettere dentro Antonov per farlo) e facciamo il break, chi l’avrebbe mai detto? “Il volley moderno è tutto qua”. “Il fenomeno vero è Juantorena”. 2-0, con meno sofferenza rispetto al primo.

E poi tutta discesa sino alla sesta semifinale olimpica consecutiva. Cambi generazionale ne abbiamo?

Facciamo foto!

Facciamo foto!

[Basket] Ginobili rasato, ci voleva tanto? L’Argentina dura giusto quelle 3 4 fiammate di Campazzo. Poi ciao….

Facciamo la raccolta di quarti di finali noiosi siamo a 6/6: 3-0, 3-0, 3-0 per il volley (scarto medio 5 punti a set, solo due conclusi con 2 punti di scarto); +26, +25, +27 (dei 12 quarti giocati presi singolarmente, solo uno è stato vinto dalla squadra poi sconfitta, l’ultimo di Australia-Lituania vinto dagli europei per un punto a partita ovviamente decisa). Mancano solo [Basket] Croazia vs Serbia a [Volley] Brasile vs Argentina.

[Basket] Ginobili, Nocioni, Delfino, Scola, gli ultimi rimasti della Generazione Dorata argentina che chiude i battenti alla Carioca Arena. Nostalgia sempre canaglia.

[Atletica]

Si inizia con i 100m ostacoli femminili, specialità che boicottiamo in protesta contro i trial e quindi l’assenza di Kendra Harrison, una stagione a flirtare con i tempi della Donkova fino a battere il suo record e poi non la troviamo alle Olimpiadi? Protestiamo!

Quindi si tifa per gli ostacoli: abbattiamo la portoricana Camacho-Quinn e la canadese Holder, mandiamo in tilt la belga Zagre che se la prende fisicamente con gli ostacoli stessi. Tiè.

Inutile parlare dei 200 metri maschili: “El nuestro Bolt” viene ingiustamente eliminato…scherzi a parte ben 4 europei fanno segnare un tempo migliore del suo, lui che appunto arrivava a questa competizioni come campione europeo. Ma i tempi corsi non erano alla sua portata e l’arrivo in 4 tutti sulla stessa linea della sua batteria non ha aiutato. Impressiona il ritorno a questi livelli di Christophe Lemaitre (20.01) ed impressiona l’assenza dalla finale di Justin Gatlin. “El loro Bolt” corre 19″78 spinto da DeGrasse, potrebbe essere una gran finale. (Galvan 20″88 si peggiora).

Tornano i concorsi emozionanti: qua praticamente le prime tre saltano oltre i 7 metri in 5 degli ultimi 6 salti combinati. Vince la “quasi nostra” Bartoletta con 7,17 (sposata con marito di chiare e dirette origini calabresi).

Elaine Thompson fa doppietta e Dafne Schippers non la prende benissimo. Arrivo comunque thrilling con gli ultimi 50 m in cui più

Yego quasi out dalla finale del giavellotto, si salva giusto giusto all’ultimo lancio, ripeterà quanto fatto dalla Perkovic?

USA fa 1 (Rollins)-2 (Ali)-3 (Castlin) nei 100 ostacoli rendendo meno amara l’eliminazione della Harrison e l’assenza degli statunintensi dal podio dei 110: anche questo è gioco di squadra. Una delle due sorelline britanniche sfiora il podio, ma il fotofinish la punisce.

CqG5gdTWAAAVRPU

Tripletta a stelle e strisce

[Basket] Sembra già un miracolo che la partita non sia già finita all’intervallo.

[Volley] Sembra già un miracolo che si vada al terzo set con il risultato sull’1-1

[Beach Volley] Kerri Walsh si aspettava di vincere l’oro, ma battere comunque le brasiliane per il bronzo è una bella consolaziona. Sarà comunque l’unica medaglia USA proveniente dalla spiaggia di Copacabana.

[Basket] Inizio terzo quarto la Croazia prova ad allungare, ma arriva perentoria la rimonta della Serbia e qualcosa di più. Croati che sembrano un po’ spaesati ed in un amen si ritrovano a -12. Non li sveglia nemmeno il poster subito da Saric. Mentre sale in cattedra il Bogdanovic serbo: il terzo quarto si conclude 34-14 e con un doppio fallo mentre i giocatori vanno verso le panchine.

[Volley] 2-1 Brasile che scappa via sin da subito nel terzo set e non si fa più rimontare.

[Basket] In un modo o nell’altro la Croazia rimane prima attaccata alla partita e poi inizia a rosicchiare punto dopo punto, una nazionale-nazione che non molla mai. Bogdan Bogdanovic lascia la partita per la Serbia per 5 falli, 2’46” alla fine, -1 Croazia, ora si che si fa interessante.

[Volley] Argentina prova a scappare via nel quarto set, ma il Brasile ritorna sotto.

[Basket] La Croazia non riesce a costruire più nulla. Fa fatica anche solo a tirare. Cerchiamo di ricordare l’ultimo canestro dal campo croato, sono le 5 di mattina non è facile. Magari ce lo siamo persi per colpa del volley. 27″2 alla fine, +4 Serbia, palla croata, Aza Petrovic disegna qualcosa, i suoi ragazzi guadagnano un viaggio in lunetta, -2 ed ora è solo questione di tiri liberi.

[Volley] 22-22 con muro argentino che recupera due punti di break quando tutto sembrava andare verso il Brasile.

[Basket] 1/2 dalla lunetta per i serbi, 2/2 croato. Teodosic va in lunetta dall’altra parte sul +1 per i suoi che diventa +3. Petrovic vuole l’antisportivo che vabbè….chiedere è lecito, rispondere è cortesia. I suoi intanto sbagliano un libero che probabilmente vuol dire sconfitta.

[Volley] Finisce sul muro-fuori sull’attacco di Wallace, dopo uno scambio di servizi sbagliati: Brasile in semifinale, lacrime argentine.

[Basket] Petrovic insiste con gli antisportivi, tra un po’ ne chiede anche sotto la doccia mentre i serbi sono ancora in campo a festeggiare: in semifinale ci vanno loro. Dembiski o quel che ne resta (con che voce ha commentato quest’ultimo quarto?) ringrazia, noi pure. Buonanotte Buongiorno.

[Beach Volley] Ci sarebbe la finale per l’oro femminile, al sol pensiero che domani Nicolai-Lupo giocheranno a quest’ora ci viene il magone, ringraziamo la costa ovest USA che ha richiesto questo orario per il loro prime time dei match di beach, gliepossino.


I titoli assegnati oggi:

  • 14.08 Kayak: K2 1000m M (Ripamonti/Dressino)
  • 14.23 Canoa: C1 200m M
  • 14.47 Kayak: K2 200m M
  • 15.11 Kayak: K1 500m F
  • 16.00 Triathlon M (Fabian, Uccellari)
  • 16.50 Badminton: Torneo doppio F
  • 17.00 Atletica: 400m ostacoli M
  • 18.05 Vela: 470 F
  • 18.50 Vela: 470 M
  • 19.35 Vela: 49er M
  • 20.20 Vela: 49er FX F
  • 20.30 Boxe: 81kg M
  • 21.00 Lotta libera: 53kg F, 63kg, 75 kg (orario inizio ripescaggi)
  • 21.00 Tuffi: 10m F
  • 22.00 Hockey: Torneo M
  • 01.30 Atletica: Peso M
  • 02.10  Atletica: Giavellotto F
  • 02.56 Atletica: Decathlon (1500) M
  • 03.00 Taekwondo: 57kg F
  • 03.15 Taekwondo: 68kg M
  • 03.15 Atletica: 400m ostacoli F
  • 03.30 Atletica: 200m M
  • 05.00 Beach Volley: Torneo M (Nicolai/Lupo)

Potrebbero interessarti anche...

13 Risposte

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: