Categoria: Sport e Media

La televisione è il mezzo che ci permette di vedere quanto più sport possibile, fosse un mezzo asettico non ci sarebbe bisogno di questa categoria.

Libertà di dissentire 1

Il diritto di dissentire

E’ inutile negare che lo scorso fine settimana non è stato il vostro classico fine settimana sportivo americano, e questo non certo per qualcosa che è successo durante lo svolgimento del gioco su un campo da football o di basket o di baseball, ma “grazie” alla parole di quello che è, purtroppo mi verrebbe da dire, l’uomo più potente del mondo in questo momento e alla risposta che ha dato lo sport americano più o meno unito. Della storia della protesta contro l’ingiustizia sociale e le brutalità della polizia di Colin Kaepernick (seguito poi da altri) e di come questa...

2

Calcio e post-verità

Post-verità: per Wikipedia quella condizione secondo cui, in una discussione relativa a un fatto o una notizia, la verità viene considerata una questione di secondaria importanza, perché “la notizia viene percepita e accettata come vera dal pubblico sulla base di emozioni e sensazioni, senza alcuna analisi effettiva sulla veridicità o meno dei fatti reali”. Nel dizionario Treccani,  argomentazione caratterizzata da un forte appello all’emotività, che basandosi su credenze diffuse e non su fatti verificati tende a essere accettata come veritiera, influenzando l’opinione pubblica. Due definizioni chiare ed inequivocabili. Il tema è uno dei più interessanti e dibattuti attualmente, e vale...

0

Il Super Bowl senza football

Questa settimana vi abbiamo accompagnato attraverso varie sfaccettature delle squadre che domenica notte disputeranno il 51esimo Super Bowl. Abbiamo parlato dei due roster, facendo un excursus temporale per quello che riguardava le skill position dell’era Brady e andando a capire in che modo era stato costruito l’attuale dei Falcons, poi abbiamo raccontato le menti che sono dietro ai meccanismi che in campo diventano schemi, da una parte Matt Patricia e dall’altra Kyle Shanahan, due che probabilmente daranno vita al matchup più interessante. Infine, ieri, abbiamo cercato di riassumere il tutto in una preview reparto per reparto, aspetto del gioco per...

11

L’articolo ufficiale sulla migliore canzone ufficiale

Capita spesso, durante i nostri meeting redazionali, che ad un certo punto esca la frase: “ma te la ricordi quella canzone che era la canzone ufficale di quella manifestazione?”. “Ah si, quella che faceva…” e così via. Ad un certo punto ci siamo detti: ma perchè non fare un pezzo sulle canzone ufficiali delle varie manifestazioni sportive per raccoglierle insieme e decretarne la migliore? Almeno a nostro insindacabile giudizio… Ed eccomi quindi a mettere insieme quante più di queste canzoni sono riuscito a recuperare (se ne avete altre da suggerire non fatevi problemi), e mi sono subito accorto di una...

48

La pagella di fine Giro

Giugno è periodo di pagelle e questo è il momento in cui si studia come un Leopardi per recuperare quel 6 ed evitarsi gli esami di riparazione. Al Giro invece non si può più recuperare, il gioco è fatto ed è stato un gran gioco, pieno di imprese e sali scendi, ma è finito e ci sono già i promossi e i bocciati. Anche qua ci sono esami di riparazioni sparsi per tutta l’estate e tutto il mondo, si chiamano Tour, Vuelta, Olimpiadi, ecc ecc…ma quelle sono altre storie da raccontare e che vi racconteremo. Ora c’è solo da “capire” che...

2

MotoGP in pillole – GP delle Americhe

Sarà una edizione che andrà in onda in forma ridotta per venire incontro alle nostre capacità mentali che si sono pressoché azzerate dopo una telecronaca del genere. Ascoltare Meda-Sanchini porta lentamente ma inesorabilmente a regredire fino all’età in cui ancora in fasce ci esprimevamo con grugniti e lamenti. D’altronde è quello che per larghi tratti della telecronaca il magic duo ha fatto e non che negli altri tratti le cose siano state più interessanti. Vorremmo parlarvi molto di più di sorpassi, lotte ed emozioni, ma non possiamo inventarcele. 7, 5, 6, 3, 7, 4…questi (arrotondati) i distacchi tra le prime...

9

Il Tour de San Luis alla “TV”

Ieri sera ho deciso di vedermi lo streaming della quarta tappa del Tour de San Luis anche per premiare l’intraprendenza della organizzazione di trasmettere “free” la corsa via internet. Si trattava di una delle due tappe principali di questa sette giorni argentina, con una prima sfida tra Quintana e Nibali, benché poi i due in stagione avranno obiettivi diversi e la condizione al momento non può e non deve essere molto brillante. Streaming sul netbook (e Masterchef in TV, ma questa è un’altra storia…), mi sono connesso sin dalle 18,45, orario dato come inizio della trasmissione, ma ho capito sin da subito che...

6

Adam Yates, a sua ed a nostra insaputa

“Non abbiamo visto nulla, ma ci siamo divertiti.” Potremmo riassumere con questo tweet la Classica di San Sebastian. Tutto è iniziato con un aereo che non si sa che fine abbia fatto, doveva fare da ponte per le immagini ed è sparito e mentre Watts su Eurosport cercava di rasserenarci (peraltro riuscendoci, cosa è il genio di quel programma???), dal fronte iniziavano ad arrivare le notizie più disparate: “Pippo Pozzato in fuga da solo” ha rinverdito i fasti del fantozziano “aveva segnato anche Zoff di testa su calcio d’angolo”. Persi nell’oscurità più assoluta ed egoisti come si confà ad ogni...

5

Weekend in pillole extralarge – Dalla gita a Carpi a Valentino Maradona

È stato un weekend pieno di sport, anzi di ogni sport, tant’è che a Sky hanno creduto bene di tartassarci ad ogni ora e con ogni mezzo circa l’importanza del MySky, c’era addirittura chi suggeriva (Leopizzi, che è vivo e lotta assieme ai titoli dei giornali la mattina presto) di registrare il golf e la motogp e vedere il derby, se ci avete provato a farlo vi sarà uscito Caressa ad urlarvi la spiegazione in stile “effetto Magnus”, che non puoi registrare due cose in contemporanea e vederne una terza. Insomma non ci credevano nemmeno loro così tanto in questo...

6

Weekend in pillole – In Inghilterra non sarebbe successo

Weekend sportivo pieno di avvenimenti interessanti, ovviamente per seguire tutto ci vorrebbero 4 schermi ed 8 occhi: ad un certo punto c’è sembrato di vedere Djokovic che si spostava su un campo da tennis in sella ad una bicicletta, mentre Federer colpiva di testa e la metteva in rete, lamentandosi poi con il “falco” sostenendo che in Inghilterra non sarebbe successo. In tutto questo Galliani dichiarava: “Nole? L’ho voluto io, è milanista sin da bambino” (che è pure vero….) Ma andiamo con ordine: Chievo – Palermo potenzialmente era “una di quelle partite” e così è stato. Passerà alla storia per...