NFL in pillole – Wild Card Weekend: alti e bassi

Alti e bassi in questo primo weekend di playoff, come ci sia aspettava direi, però non sono mancate le emozioni.

Emozioni anche a Cleveland dove qualcuno ha avuto la “bella” idea di organizzare una parata per “festeggiare” la stagione da 0-16:

S’inizia con Kansas City vs Tennessee: la favorita è una, quella che nel primo tempo fa il bello e il cattivo tempo. Però poi nel football c’è anche il secondo di tempo…

Le statistiche di Alex Smith ai playoff sono incredibilmente buone, il record molto meno: è chiaro che sta sul cazzo ai suoi compagni e allenatori.

A proposito di stare sul cazzo, il rapporto tra Taylor Lewan e Derrick Johnson è….come dire…complicato:

Si sapeva da tempo che la difesa dei Chiefs era il loro punto debole, e forse si è stati ottimisti.

A parte Marcus Peters ovviamente, lui è DIO.

Però dai, almeno in difesa i Chiefs sanno raccogliere al volo le flag:

La differenza tra i Chiefs con in campo Kelce e i Chiefs senza di lui è stata addirittura imbarazzante per i suoi compagni.

Ma basta parlare di KC, parliamo di Mariota, di cui ad un certo punto si è temuto per la sorte…

Lui però si è ripreso alla grande e visto che i suoi ricevitori stavano commettendo qualche drop di troppo ha deciso di far tutto da solo:

E visto che neanche così bastava si è messo anche a fare da lead blocker per Henry nel gioco che ha fatto calare il sipario alla gara:

E questo nonostante Marcus Peters avesse cercato di fare l’impossibile, tipo addirittura placcare un runner per forzare un fumble per la gioia del telecronista di ESPN:

Ci dispiace molto per Peters però….consoliamolo con un abbraccio:

A parte il futuro Championship tra Patriots e Steelers i playoff NFC sembrano possano essere decisamente più interessanti di quelli AFC, e già sabato notte Rams vs Falcons l’ha dimostrato.

I Falcons hanno giocato la carta dei drive lunghi per mandare fuori ritmo l’attacco Rams, il loro problema è stato quello di segnare poco rispetto a quanto prodotto però. Per loro fortuna quel poco è bastato.

Il ritorno dei playoff NFL a Los Angeles era molto atteso, il campo però lasciava a desiderare:

La prima regola dei playoff è quella che non si devono commettere errori. Qualcuno non ha avvisato gli special team dei Rams però:

Ma non preoccupatevi: ne hanno commessi anche altri eh!

Per lo meno sono abbastanza giovani, loro e il coach, ma non basta questo per migliorare eh!

Todd Gurley ha tirato la carretta per tutto l’anno, ma verso la fine della wild card sembrava uno di quei ronzini che trasportano vecchi e grassi turisti americani a Roma…

Julio Jones: what else?

Jared Goff è ancora un progetto in costruzione, a cui basta poco per crollare o diventare un top.

Per la sfida tra Bills e Jaguars ci siamo messi sul divano con la stessa voglia con cui ci siamo seduti a tavola domenica dopo tutto il periodo di feste…

E la partita non ci ha deluso eh: abbiamo vomitato nello stesso modo.

Per fortuna c’è stato qualche gioco entusiasmante delle difese perchè altrimenti ci saremmo addormentati:

E’ normale poi che al primo, e unico, touchdown, l’entusiasmo è salito alle stelle sugli spalti:

Che partita di Blake Bortles! Ha fatto danni in campo e andando fuori dal campo…

Per fortuna che c’era Jalen Ramsey:

Ovviamente non per fortuna di Peterman che ormai ha più intercetti sul groppone che peli pubici…

Ma Taylor si è risvegliato poi?

I tifosi dei Bills di sicuro, e non è stato un bel risveglio per molti di loro…

https://twitter.com/NFL_Memes/status/950122402494763008

Tanto è stata orrenda la sfida tra Jaguars e Bills tanto è stata bella quella tra Saints e Panthers.

O forse sarebbe meglio dire tra Saints e quel che resta dei Panthers…

New Orleans ci aveva abituato in stagione a correre e vincere con il gioco di corsa e i suoi runningback: ieri ha dimostrato di poter vincere ancora con il gioco aereo, Brees e i suoi ricevitori.

Ecco, magari dare qualche ricevitore più affidabile a Newton non sarebbe male…

Michael Thomas aveva fatto una stagione un po’ sotto le aspettative, per l’esordio in post-season teneva in serbo i numeri speciali però:

E’ stata comunque una partita con tutti i reparti protagonisti, anche gli special teams, sia in negativo con Gano che sbaglia dalle 25 yards che in positivo con 2 field goal da ben oltre le 50 yards!

Nel primo tempo i Saints hanno fatto 21 punti senza mai convertire un terzo down: non ce n’era bisogno.

Ce lo meritavamo dopo la prima wild card domenicale in effetti…

Cam Newton incassa meglio di Rocky Balboa!

No, a Cristian McCaffrey non si può lasciare neanche 10 cm di spazio:

Non è stata la miglior partita di Kamara, grazie sì alla difesa dei Panthers ma soprattutto per qualche suo errore di valutazione, per esempio qui poteva mettere in ghiaccio la partita e invece ha tagliato verso l’interno:

Il finale è stato veramente intenso! Entusiasmante!

E grande onore al coaching staff di New Orleans che ha blitztato sull’ultimo gioco della partita per mettere a segno il sack decisivo su Newton.

Direi che si può festeggiare quindi Sean:

https://twitter.com/MySportsUpdate/status/950176862348726272

angyair

Tifoso dei 49ers e dei Bulls, ex-calciatore professionista, olimpionico di scherma, tronista a tempo perso, candidato al Nobel e scrittore di best-seller apocrifi. Ah, anche un po' megalomane.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: