Road to Venator Kingdom: Intervista a Marco Saccaro (#12 WW)

Chi ben comincia è già a metà dell’opera. Un vecchio adagio popolare ci può aiutare a comprendere l’inizio di carriera di Marco Saccaro (al dodicesimo posto dei ranking welter). 4 incontri, 4 vittorie, 3 nel primo round. E l’impressione di trovarci di fronte a un talento purissimo.

Il 14 Ottobre in quel del Teatro Principe di Milano farà il suo debutto “ufficiale” in un evento Venator. L’avversario è anche lui un giovane lanciato (Simone Tabaglio, 3W di fila) e lo scontro si prospetta tra i più interessanti dell’intera card.

Abbiamo avuto modo di fare qualche domanda a Marco che ringraziamo per la disponibilità. Abbiamo parlato di Venator, del torneo, del precedente incontro e di cosa lo aspetta dal futuro:

Quel Che Passa: Cosa ne pensi del formato torneo?

Marco Saccaro: Per quanto riguarda il torneo tutto in una notte credo sia stata una bella idea per far calare i riflettori ancor di più sul Venator…un’idea innovativa in questi ultimi tempi che entusiasma gli appassionati di MMA e il fatto che ci saranno all interno due ex fighter UFC lo esalta ancor di più.

QCP: Come cambia la preparazione per una formula del genere?

MS: La preparazione per un evento del genere deve essere al top. Non puoi permetterti di tralasciare nulla, a partire da una giusta alimentazione e una buona preparazione atletica. E ovviamente essere seguito da persone competenti nelle proprie discipline…

QCP: Essendo nella semifinale di riserva, cambia qualcosa nella preparazione (soprattutto mentale) del match?

MS: La mia preparazione procede come sempre e come ho sempre fatto mi alleno a 360 gradi. Il fatto di essere nella seconda semifinale di riserva può influire a livello mentale ma in modo giusto.

QCP: Cosa significa per te essere entrato nell’Italian Top Fighters Management di Alex Dandi? Come è avvenuto il tutto?

MS: Essere entrato nell Italian top fighters management è stata una bella soddisfazione per me. Il tutto avvenne dopo il mio penultimo match a Cesena al Theatrer of War evento partner di Venator. Finito il match contro Omar Garatti vinto per ko feci due chiacchiere con Alex che mi propose il tutto, ne parlai con il mio coach e presi la mia decisione di entrare a far parte del management.

QCP: Dove immagini si svilupperà la tua carriera nel prossimo futuro? Ti concentrerai su Venator e la scena italiana o punterai a combattere all’estero?

MS: Per il futuro non so come andrà per ora penso al mio prossimo match… un passo alla volta. Argomento combattere all estero? Perché no? (sorride, ndr) Potrebbe accadere!

QCP: Hai partecipato recentemente a PNFC – Fight Gala Rock, come ti è sembrato come evento? Sei soddisfatto della tua performance o la vittoria per Majority Decision non ti ha soddisfatto?

MS: L’evento Fight Gala Rock è stato bello e per quanto riguarda il match, anche se vinto per majority decision, non sono soddisfatto. Potevo fare meglio ma alla fine ho accettato il match con 16 giorni di preavviso quindi non potevo pretendere di più da me!

QCP: Livorno si sta rivelando una grande fucina di talenti per le MMA. Da cosa pensi derivi questa passione per questo sport nella tua città?

MS: A Livorno sì, c’è tanta passione per gli sport da combattimento. Sinceramente non so il perché però purtroppo c’é poca collaborazione ma questo è un altro argomento. (sorride, ndr).

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: