Taggato: Pavé

0

Tour de France 2018 – Il percorso

Dopo lo scempio dell’anno scorso, ASO prova a ridisegnare un percorso con un minimo di equilibrio. Ci sono tante cose che continuano a non piacermi, ma ci sono anche diverse tappe intriganti. Rimangono pochi i km a cronometro individuale, collocati tra l’altro tutti a fine Tour, compensati in parte da una crono a squadre di lunghezza media. La prima settimana potrebbe essere di una noia mortale, e conoscendo la Grande Boucle probabilmente lo sarà, ma c’è il potenziale per fare distacchi qui e là, soprattutto nella tappa col pavé. Le tappe di montagna migliori sono collocate nella seconda settimana, con...

0

Parigi Roubaix 2018 – Preview

Il momento più dolce dell’anno, e forse anche il più triste. Da settimana prossima si comincia a pensare alle Ardenne, ai Grandi Giri, ma domenica c’è solo lei, la regina, la Parigi – Roubaix, a chiudere il periodo più bello per ogni amante del ciclismo. Questa è una corsa a parte, una corsa dove se fori a 100 km dal traguardo dentro la foresta di Arenberg può anche darsi che non rientri più. Al Fiandre quasi sempre vince il più forte, perché dai e dai, su quei muri le gambe alla fine fanno la differenza. Alla Roubaix, invece, basta un...

0

Giro delle Fiandre 2018 – Preview

Benvenuti alla 102esima edizione della Ronde Van Vlaanderen, una di quelle corse che può definire una carriera. Una gara dura, spettacolare, talvolta anche angosciante. Non sai mai cosa può succedere là davanti, ed è per questo che se vuoi vincerla devi starci tu, davanti, magari anche per 100 km. Il Fiandre è una corsa meritocratica, forse più di qualsiasi altra classica su pietre: vince quasi sempre il più forte, e se non hai gambe arrivi lontanissimo dai primi. Finora nel 2018 i più forti son quasi sempre stati i Quickstep, che dopo la Kuurne hanno completamente svoltato, lasciando le briciole...

0

Il Ciclismo 2018

Son 4 mesi che aspettate. Che poi magari facevate anche finta di niente: vi siete trovati un hobby, tipo la coltivazione della manioca o la pesca di frodo, e avete messo tante belle fotine su Instagram. Un sacco di sorrisi, ma dentro stavate morendo, perché senza le due ruote non riuscite a stare. E allora benvenuti al Ciclismo 2018, uno di quegli anni che tra un po’ di tempo potrebbe essere ricordato come quello in cui è cambiato tutto. Allacciate il caschetto, tra poco si parte. Grandi Giri Il 2018 sarà il primo anno senza il Pistolero, il più divertente...

Parigi Roubaix 2017 preview 0

Parigi Roubaix 2017 – Preview

Il momento più dolce dell’anno, e forse anche il più triste. Da settimana prossima si comincia a pensare alle Ardenne, ai Grandi Giri, ma domenica c’è solo lei, la regina, la Parigi – Roubaix, a chiudere il periodo più bello per ogni amante del ciclismo. Questa è una corsa a parte, una corsa dove se fori a 100 km dal traguardo dentro la foresta di Arenberg può anche darsi che non rientri più. Al Fiandre quasi sempre vince il più forte, perché dai e dai, su quei muri le gambe alla fine fanno la differenza. Alla Roubaix, invece, basta un...

peter sagan giro delle fiandre 2017 preview 0

Giro delle Fiandre 2017 – Preview

Sembra ieri che ci veniva la bava alla bocca per l’inizio della stagione sulle pietre e adesso eccoci qua: due corse sole. Le più importanti certamente, ma solo due. Qualcuno ha già vinto a sufficienza per andare a casa con la pancia piena, altri hanno l’ultima chance prima di cominciare a rosikare duro, perché da qui a fine anno sul pavé si corre poco, anzi pochissimo. La centunesima edizione della Ronde sarà l’ultima di Tom Boonen, che comunque pensa più alla Roubaix a questo punto della carriera. Non c’è più nemmeno Spartacus ad aprire la corsa in due sul Kwaremont,...

preview ciclismo 2017 tour de france 0

Il Ciclismo 2017

Vi sento che siete carichi. Che eravate in piedi sul divano per il GP Costa degli Etruschi o attaccati a uno streaming diversamente legale per il l’Etoile de Besseges. Siete, anzi siamo, dei malati. Ma quei 2 mesi di stacco completo dal ciclismo professionistico fanno male. Vien voglia di andare a guardare i vecchi del paese che provano a scalare il Lissolo e puntualmente mettono giù il piede sul tratto al 10%, che credono sia al 25%. Tranqui però, ancora un paio di settimane e si comincia a fare sul serio. Scaldate i motori, anche se da qui in avanti...