Autore: mattialuchetta

0

Tour de France 2017 – Il Percorso

Vorrei essere diplomatico, equilibrato, sereno. Limitarmi alla fredda cronaca, insomma. Ma non ce la faccio: il percorso di questo Tour de France tira fuori tutto il nazismo che ho da sempre tenuto nascosto nelle mie viscere. La Francia non sarà l’Italia, quanto a varietà di strade e di profili, però le possibilità per mettere insieme 21 tappe interessanti sono comunque infinite. E invece ci becchiamo una roba immonda, con almeno metà delle frazioni che potrebbero finire in volata, con pochissimi km a cronometro e tappe di montagna insipide. Un Tour che a scegliere le 7-8 tappe più belle fai fatica...

Percorso Giro d'Italia 2017 0

Giro 100 – Il percorso

Il 2017 è l’anno del Centesimo Giro d’Italia, e per l’occasione si è scelto di organizzare un Giro tutto italiano, cercando di toccare il maggior numero possibile di regioni. Il percorso è vario come d’abitudine, ma forse non speciale come un’occasione del genere avrebbe meritato. Attenzione perché già nella prima settimana si dovrà scalare l’Etna, quindi bisogna cominciare il Giro vicini al picco di forma, altrimenti si rischia di uscire di classifica troppo presto. Tappa 1 – Venerdì 5 maggio, Alghero-Olbia (206 km) Il Giro 2017 parte dalla Sardegna con una tappa sulla carta per velocisti, ma che potrebbe presentare...

Liegi Bastogne Liegi 2017 preview 0

Liegi Bastogne Liegi 2017 – Preview

Si chiude la primavera delle Classiche: è il momento della Liegi. 260 km di colli su strade complicate dove servono motore, bike handling, tempismo, fondo e un po’ di fortuna. Questa è la Doyenne, la decana, la più antica tra tutte le Classiche. E da grande vecchia le spetta il compito di chiudere degnamente quella che è stata una tra le più belle primavere di ciclismo che io ricordi. Nessuna gara è stata scontata e il più forte ha quasi sempre vinto. Speriamo che non sia la Liegi a tradirci. Percorso Il profilo è molto simile a quello dell’anno scorso, ma con...

Parigi Roubaix 2017 preview 0

Parigi Roubaix 2017 – Preview

Il momento più dolce dell’anno, e forse anche il più triste. Da settimana prossima si comincia a pensare alle Ardenne, ai Grandi Giri, ma domenica c’è solo lei, la regina, la Parigi – Roubaix, a chiudere il periodo più bello per ogni amante del ciclismo. Questa è una corsa a parte, una corsa dove se fori a 100 km dal traguardo dentro la foresta di Arenberg può anche darsi che non rientri più. Al Fiandre quasi sempre vince il più forte, perché dai e dai, su quei muri le gambe alla fine fanno la differenza. Alla Roubaix, invece, basta un...

peter sagan giro delle fiandre 2017 preview 0

Giro delle Fiandre 2017 – Preview

Sembra ieri che ci veniva la bava alla bocca per l’inizio della stagione sulle pietre e adesso eccoci qua: due corse sole. Le più importanti certamente, ma solo due. Qualcuno ha già vinto a sufficienza per andare a casa con la pancia piena, altri hanno l’ultima chance prima di cominciare a rosikare duro, perché da qui a fine anno sul pavé si corre poco, anzi pochissimo. La centunesima edizione della Ronde sarà l’ultima di Tom Boonen, che comunque pensa più alla Roubaix a questo punto della carriera. Non c’è più nemmeno Spartacus ad aprire la corsa in due sul Kwaremont,...

0

Milano Sanremo 2017 – Preview

Prima Monumento dell’anno, quella che molti amano chiamare la Classica dei velocisti.E io mi ritrovo a scrivere le stesse cose ogni anno, perché in fondo alla Sanremo non cambia mai un piffero. Tanta costa ligure, una fuga maledetta in partenza, qualche attacco tra Capi e Cipressa, l’ascesa a tutta sul Poggio, la discesa nervosa e poi si contano i superstiti. A molti non piacerà, ma a me affascina sempre. Perché è una corsa per gente con un grande motore ed è una corsa che dà una chance a tutti: dal velocista che sa superare qualche colle al finisseur con la...

preview ciclismo 2017 tour de france 0

Il Ciclismo 2017

Vi sento che siete carichi. Che eravate in piedi sul divano per il GP Costa degli Etruschi o attaccati a uno streaming diversamente legale per il l’Etoile de Besseges. Siete, anzi siamo, dei malati. Ma quei 2 mesi di stacco completo dal ciclismo professionistico fanno male. Vien voglia di andare a guardare i vecchi del paese che provano a scalare il Lissolo e puntualmente mettono giù il piede sul tratto al 10%, che credono sia al 25%. Tranqui però, ancora un paio di settimane e si comincia a fare sul serio. Scaldate i motori, anche se da qui in avanti...

44

Tour de France 2016 – Analisi del percorso

Il Tour de France 2016 ha un percorso strano. Più bello e complicato rispetto a quello degli ultimi anni, ma spaccato in due tra tappe dure di montagna e frazioni banali con arrivo in volata quasi scontato. In mezzo non c’è quasi niente, a parte le due cronometro: poche colline, poca media montagna, zero pavé e zero variazioni sul tema. C’è anche il rischio che non arrivi nemmeno una tappa di ventagli, cosa piuttosto rara al Tour. È come se gli organizzatori avessero bisogno di mettere ogni tappa in una casella per renderla prevedibile. Speriamo che in futuro lascino più spazio alla...

Il Colle dell'Agnello, salita decisiva per chi vuole vincere il Giro d'Italia 2016 29

Giro d’Italia 2016 – I Favoriti

Non ci sono tutti i big, anzi a guardar bene non ce n’è quasi nessuno, però è un Giro d’Italia interessante, vuoi perché i vecchi leoni non hanno dato segnali entusiasmanti in quest’ultimo mese, vuoi perché qualche giovane rampante ha dato l’idea di voler venire al Giro per stupire. Di potenziali vincitori ne contiamo una manciata, complice un percorso che richiede capacità di sapersi adattare a tutti i terreni, ma gli outsider (alcuni alla loro prima esperienza con la corsa rosa) paiono piuttosto affamati. E poi tanti velocisti e qualche corridore da classiche che comincia a fiutare il potenziale di...

63

Giro d’Italia 2016 – Analisi del percorso

  E’ maggio, è tempo di grandi giri e della corsa più dura del mondo. Non c’è niente che assomigli al Giro. Non si va ai ritmi forsennati del Tour e non ci sono i cento muri della Vuelta, ma tutte le tappe del Giro d’Italia hanno un tranello, uno strappo piazzato là per far smadonnare i velocisti, un tratto di strade strette e curve assassine. Chi arriva alla fine ringrazia il suo Dio e prende tutti gli applausi che si merita. Il giro 2016 è il fratellastro della versione 2015. Si consolidano alcuni trend interessanti, come i tanti km...