Rio 2016: Day 9 – Gregorio I di Carpi

Stanotte Carpi si fermerà, manco fosse il Super Bowl, evento peraltro che lì vivono più di quanto si faccia nell’Illinois. Bisogna trovare solo il modo per arrivare alle 3 di notte…

[Scherma] La pedana di Italia-Francia è più verde del solito verde o ci sbagliamo? Ormai c’è la fobia del verde in questa Olimpiade.

[Scherma] Urla belluine provenienti dalle altre pedane. Rivalutiamo il tennis femminile.

[Atletica] Si inizia con il turno preliminare con in corsa solo atleti “stravaganti”, la curiosità  è scoprire quali saranno gli 8 tempi migliori di queste tre batterie: si va da 10.43 di Hassan Saaid a 10.92 di Md Fakhri Ismail. Ma noi vogliamo nominare soprattutto le due “maglie nere” (per usare una nomenclatura ciclistica): Richson Simeon di Marshall Islands e Etimoni Timuani di Tuvalu, appaiati all’ultimo posto con 11.81.

[Scherma] Gli abbiamo dato zero fiducia (almeno il nostro esperto non gliene dava e non era il solo a leggere in giro), ma le nostre ragazze superano il turno e proveranno ad evitare il quarto posto.

[Atletica] Ci saluta Dariya Derkach (mai vicina a superare le qualificazioni per la finale del triplo)

Noi l'avremmo fatta passare...

Noi l’avremmo fatta passare…

[Atletica] Oggi secondo e ultimo giorno di concomitanza con il calendario del nuoto, forse da domani tornerà la Caporale a fare le interviste post gara, il supplente quindi ne approfitta: “Quello della RAI intervista solo fighe

[Ciclismo su Pista] Sessione mattutina con il sempre affascinante Keirin e la velocità maschile. Ci tocca togliere la medaglia assegnata ieri al casco cinese, la versione maschile è….come dire…terrificante.

Da grande voglio guidare il Keirin

Da grande voglio guidare il Keirin

[Ciclismo su Pista] Italiane dell’inseguimento a squadre con stesso avversario (Cina) e situazione (turno per arrivare al massimo alla finale per il bronzo) dei ragazzi ieri sera. Ottima la loro prestazione che le vede migliorarsi ancora con 4:22.964 con una partenza un po’ lenta e finale in crescendo.

[Atletica] 400m femminile. Chigbolu (52.06) che si spegne nel rettilineo finale e resta fuori per poco dal secondo turno, Grenot che invece pare in assoluto controllo e guadagna il passaggio diretto con il suo secondo posto (51.17).

[Ciclismo su Pista] Purtroppo e inesorabilmente (troppa differenza) non potremo gareggiare per il bronzo, sarà una finale difficile contro l’Australia per il quinto posto, comunque più che dignitoso. D’altronde Gran Bretagna e Stati Uniti sono su altri livelli. Le loro semifinali sono da preludio ad una finale che si annuncia stellare: USA con la bicicletta “invertita” (con la trasmissione, ovvero catena, corona, pignone montati sul lato sinistro della bici) che dicono “regali” 1 secondo su 4 km fanno 4:12.282 (nuovo record del mondo), questione di minuti e GBR con la bicicletta “classica” fa 4:12.152 (nuovissimo record del mondo)

[Atletica] Christoph Harting mantiene alto il nome della famiglia (il fratello Robert 1 oro olimpico, 3 mondiali, out nella qualificazione). La finale del disco assomiglia tantissimo come andamento a quella che abbiamo vissuto ieri con il lancio del peso femminile. Tocca a Malachowski fare la figura della Valerie Adams ed arrivare secondo all’ultimo. Per Harting Jr. (26enne) è il primo risultato apprezzabile in carriera: tra Olimpiadi e Mondiali mai sul podio.

[Scherma] Il +10 ad inizio match sembrava tutto troppo facile per essere ancor più sfavorite nelle semifinali di quanto visto nei quarti….infatti poi arriva il parziale della Vecchi alla Cassarà. Gulotta in formissima invece ci mantiene in corsa (“17 a 7 nei tre assalti”). Ma non c’è niente da fare per le altre. Si va per la finale per il…..quarto posto….

[Atletica] I 100 metri maschili: Gatlin con 10.01 (sarà la miglior prestazione del primo turno)”con la tipica specialità da velocista sborone “freno sul traguardo”, che fa più male che bene”, poi all’intervista parla di un pubblico da “football match”, chiaramente l’intervistatore traduce con “pubblico da calcio”, vabbè……quasi…. Ogunode che rischia di essere viene eliminato: il qatariano in stagione aveva 9.91.

[Tiro a segno] Oggi si tira a raffica (cit.) e comunque continuiamo ad esserci. Altra finale! Anche se Mazzetti inizia malissimo e finisce uguale.

[Atletica] Nel frattempo che tutti guardavano Usain Bolt, noi eravamo concentratissimi sulla corsia 8 di Jahvid Best: l’ex Detroit Lions che ha corso per Saint Lucia però ci ha deluso con 10.39. Anche alle Olimpiadi Patriots (Ebner, con il rugby) batte Lions. Però Jahvid potrà dire di aver corso assieme ad un alieno, dopo aver giocato assieme ad un altro per qualche anno (Calvin “Megatron” Johnson). Si salvano Vicaut (per 2 centesimi), Lemaitre e soprattutto Kim Collins, insalvabile Martina.

[Tiro a segno] Il nostro si combatteva la prima eliminazione con Quiquampoix, pochi minuti dopo troviamo il francese giocarsi la finale per l’oro dopo aver superato l’eliminazione al bronzo grazie alla terza serie di shootoff. Incredibile. Ok, “giocarsi la finale per l’oro” è un po’ esagerato, visto che il tedesco Reitz con un bel 5/5 vince già prima di farlo tirare.

[Vela] Andiamo di aggiornamento delle nostre imbarcazioni dopo le regate di oggi:

  • Nacra17 – Bissaro/Sicouri (9 race su 12): 10, 12, 3, 3, 3, 7, 6, 13, 13 (lotta per il podio)
  • RS:X F – Tartaglini (12 su 12): 12, 1, 5, 1, 1, 4, 1, 12, 10, 9, 5, 6 = qualificata per la Medal Race (lotta per medaglia)
  • RS:X M – Camboni (12 su 12): 11, 13, 4, 37, 37, 9, 10, 21, 3, 3, 5, 1 = qualificato per la Medal Race (podio impossibile)
  • 470 F – Berta/Sinno (5 su 10): 13, 19, 16 14, 8 (lotta per entrare nei 10)
  • Finn – Poggi (8 su 10): 11, 4, 16, 11, 18, 14, 7, 9 (lotta difficile per entrare nei 10)
  • Laser Radial – Zennaro (10 su 10): 10, 24, 23, 18, 15, 21, 15, 16, 28, 17 (FINITA, out dalla Medal Race)
  • Laser – Marrai (8 su 10): 39, 11, 18, 5, 22, 11, 5, 1 (lotta per entrare nei 10)
  • 49er M – Tita/Zucchetti (6 su 12): 7, 20, 20, 11, 16, 8 (decisamente attardati)
  • 49er F – Conti/Clapcich (6 su 12): 3, 7, 7, 6, 10, 8 (lotta per il podio)

Prima una piccola correzione (questa volta non dovuta ad un nostro errore, ma proprio il sito portava risultati poi aggiustati) la Tartaglini ha visto corretto un decimo posto in nono, al momento quindi è prima a pari punti. Ma tutto dipenderà dalla Medal Race di domani (cioè oggi, domenica, ore 19.05 vento permettendo), c’è tensione, speriamo nella diretta TV, non ci capiremo nulla, ma potremo tifare.

Nelle regate di oggi ancora bene il 49er F: Conti/Clapcich sono a metà strada, per entrare di prepotenza nella lotta per le medaglie servirebbe una vittoria nelle prossime regate (che riprenderanno lunedì). Nacra17 invece così così, niente di disastroso (i due 13esimi posti di oggi al momento sono i peggiori risultati, uno potrebbe essere scartato), ma come per il 49er F, servono buoni piazzamenti per mettersi in posizione sparo poi in ottica podio con la Medal Race. Le 3 regate rimanenti si disputeranno proprio domani (cioè oggi).

[Golf] I nostri ragazzi erano partiti anche bene, ma poi si sono persi dicendo definitivamente addio ad un possibile piazzamento nei 10. Entrambi chiudono la giornata pari con il par, ma basta dire che Manassero ha infilato 4 bogey consecutivi per capire che sa molto di occasione persa. Peccato! Al momento 33esimo lui (E), a 5 colpi dai primi 10, 39esimo Bertasio con un colpo in più.

Sobrietà al seguito

Sobrietà al seguito

[Golf] Per gli altri intanto registriamo il miglior punteggio di giornata di nientepopodimenoche Fowler, che fa -7 (finalmente un segno di presenza da parte del forte americano), mentre tra i 4 peggiori a finire il giro a +6 c’è incredibilmente il belga Thomas Pieters, dal primo giorno sempre in zona podio ed ora fuori da giochi.

[Golf] A 18 buche dalla fine Justin Rose agguanta il primo posto, oggi (ieri per chi legge) Fraser, in vetta dal day 1, lascia il passo: al momento è terzo. Rose è a -12, seguito ad un colpo dal “nostro” Stenson, che ora ha solo l’ultimo giro per non smentire la nostra nomea di brucia pronostici. In recupero Bubba Watson, quarto a -6 e a 3 colpi dal podio. Vogliamo esagerare: per il round finale occhio all’argentino Grillo!

[Boxe] Perdiamo anche Vianello. Praticamente mai dentro al match contro il cubano Pero. La boxe con una Olimpiade molto simile a quella del nuoto: gente fuori forma, pochissimi turni passati, quasi nessuno in maniera convincente. Peggio del nuoto le dichiarazioni alla Russo contro gli arbitraggi. Siamo ancora aggrappati a Irma Testa.

[Trampolino elastico] Non sono (aza) un grande appassionato di ginnastica in tutte le sue derivazioni, ma questa foto (di pessima qualità, essendo uno screenshot) volevo comunque metterla…

Icaro?

Icaro?

Come sarà andata a finire? O sarebbe meglio chiedere dove? Sembra sparato da un cannone!

[Tiro a segno] Tiro a segno is the new “Scherma”. Ci siamo sempre, almeno in finale…e adesso allo skeet andiamo a lottare per l’oro. Infatti “L’ucraino non vuole sbagliare?”, bastava chiederselo e all’ultima occasione possibile Milchev sbaglia! “Siamo un popolo di poeti santi navigatori e sparatori con la carabina”. (E di gufatori).

[Tiro a segno] Già da spettatori quei secondi tra la chiamata e il volo del piattello, quelle frazioni di secondo tra uno sparo e l’altro sembrano eterni…non possiamo nemmeno immaginare quanto si muove lentamente il tempo dentro la testa di questi cecchini.

[Tiro a segno] 16/16 anche in finale e come in semifinale, con l’ultimo piattello di Milchev che vola via, anche qua è l’ultimo piattello di Svensson che attera beato a terra e consegna la medaglia d’oro a Gabriele Rossetti, 21enne, figlio d’arte. ORO!!!

Rossetti, pochi minuti prima di scoprire di essere ORO!

Rossetti, pochi minuti prima di scoprire di essere ORO!

[Basket] Le maglie del Brasile le hanno lavate nella piscina dei tuffi.

Collezione primavera/estate 2016

Collezione primavera/estate 2016

[Badminton] Siamo spacciati per il passaggio del turno, lo dice anche il nostro telecronista preferito dopo Roata (non siamo ancora riusciti a recuperare un nome): “Non parliamo di un miracolo (per la qualificazione) ma di qualcosa di più grosso”, e che è?! Gesù mo’ era un incapace…

[Basket] Rimbalzazzo di Campazzo e tripla con calamita di Nocioni, il tutto per mandare la partita all’overtime. Non male questo Brasile-Argentina.

[Badminton] È ufficiale, abbiamo degli esperti di Badminton, oggi parlano delle difficoltà della Cicognini negli allunghi in avanti, noi ce ne eravamo accorti subito ieri…facezie a parte, già perso il primo set. E poco dopo anche il secondo set. Esperienza negativa, si sapeva fosse impossibile passare il turno, ma nel match contro la turca si poteva fare meglio (dicono…)

[Tuffi] “Nella piscina dei tuffi c’è del petrolio?”, “Sembra che si stiano tuffando nel Canal Grande“, “Non si vede nemmeno il corpo sotto”, come avete potuto notare non è stato risolto un bel nulla della piscina dei tuffi nel fango.

#NoFilter

#NoFilter

[Basket] Che partita!! Ginobili prova l’hero ball per vincerla a fine OT, ma Nenè sul cambio lo tiene bene e non concede nulla che un gran sdeng. Nell’OT2 l’Argentina prova a scappare via e Barbosa (!!), riappare dal nulla e la riacchiappa da solo! Infine Ginobili con il rimbalzo decisivo dopo due liberi sbagliati da un suo compagno, peraltro l’unico rimbalzo offensivo di tutta la sua partita: vince l’Argentina, emozioni a palate.

[Ciclismo su Pista] In attesa della sfida stellare GBR vs USA, le nostre ragazze provano ad arrivare quinte, purtroppo va meno bene di oggi pomeriggio, si disuniscono e finiscono con un tempo alto (4:28.qualcosa), comunque deve essere un punto di partenza per loro.

[Tuffi] Le cinese si riprendono il palcoscenico, Tania scivola un pochetto dietro comunque qualificata per la finale.

[Tennis] Nella finale del singolare ci sarà il numero 141 del mondo, che viene da un anno di inattività. Nel torneo ha battuto Djokovic e Nadal (che così manca la doppietta olimpica doppio e singolo), ora dovrà giocare contro Murray. Juan Martin Del Potro è una delle storie di questa Olimpiade. Uno che ha fatto tifare il pubblico neutrale brasiliano per un argentino. L’aria olimpica evidentemente gli fa bene, visto che 4 anni fa a Londra fu protagonista di una semifinale da “instant classic” poi persa contro Federer. La speranza è che intanto questo torneo olimpico lo restituisca anche al circuito ATP. Peraltro la sua partita è andata in contemporanea con l’Argentina-Brasile di cui sopra. Bel momento per essere di Buenos Aires.

Incredulità

Incredulità

[Tennis] Troverà il già campione olimpico Andy Murray. Già non lo tifa nessuno…figurarsi ora…(finale in prima serata, 20.30, oggi per chi legge)

[Scherma] Per ribadire il concetto di prima: “Inizia pure la finale per il legno nella sciabola”. “Meglio tre decenti, che due campionesse e una scarsa”, purtroppo i nostri tornei a squadre sembrano stare tutto qua.

[Ciclismo su Pista] Fare 4:12.254 e non solo non vincere l’oro ma non andarci nemmeno vicino (sarebbe stato world record sino a l’altro ieri). La Gran Bretagna disintegra gli USA e riscrive il record del mondo: 4:10.236. Spettacolo in pista! Una eleganza nei cambi e nel procedere senza il minimo movimento non necessario da risultare quasi una ricostruzione digitale.

[Pallamano] Becchiamo solo gli ultimissimi secondi di una partita che deve essere stata emozionante: finisce 27-27 tra Brasile e Egitto, con i padroni di casa che a 8 secondi dalla fine parano un rigore e poi mancano il tiro su punizione a tempo scaduto (o come si chiama). Ma il vero protagonista di questo finale è il portiere Cesar Augusto Almeida (se non sbagliamo….), un vero tarantolato, con tanto di cori con i tifosi.

[Scherma] C’è la finale Russia-Ucraina, strano non l’abbiano fatta con sciabole vere e senza protezioni. Comunque vince la Russia. Non c’entra nulla (forse), ma evergreen:

[Volley] Zapping selvaggio, finiamo per fortuna su una ottima USA-Francia e ci becchiamo “il punto dell’olimpiade” (cit. di un Lucchetta quasi mai esagerato nei commenti, ma stavolta diciamo che ci può anche stare):

[Sollevamento Pesi] Ed ora possiamo tornare ai nostri cari sollevamenti di quintali plurimi.

[Sollevamento Pesi] Iniziamo a chiedercelo in tanti……

[Sollevamento Pesi] Anche oggi niente coreani del nord, o li hanno finiti o semplicemente non li fanno così pesanti (siamo arrivati alla categoria 94 kg, il gran finale sarà martedì notte con i 105+ kg).

[Sollevamento Pesi] Ma il fascino dei pesi leggeri resta inarrivabile.

[Sollevamento Pesi] In mancanza di poveri uomini costretti dallo Stato a sollevare pesi, si parteggia per il thailandese, con la solita combriccola festosa al seguito tra il pubblico. “È l’unico thai grosso che hanno trovato”. Ha pure un nome totalmente normale per essere un thai: Sarat Sumpradit, certo pare una barretta energetica ed infatti 3 slanci, 3 successi, sino a 177 kg.

[Tennis] La Puig è la prima medaglia d’oro del Portorico nella sua storia olimpica: “Niente? Nemmeno nel baseball?! Boxe??? Rissa di strada!!”. Peraltro ultimo game infinito, senza alcun senso se non fosse che è tennis femminile, dove tutto ha un senso.

[Sollevamento Pesi]

Dopo lo slancio, in vetta abbastanza nettamente (182 kg vs il resto che al massimo ha alzato 177) c’è lui:

Ma daiii, ma c'ha la panza!

Ma daiii, ma c’ha la panza!

È sempre una gioia per #TeamSollevamentoPesi quando un ragazzo fa l’entrata sicura. Bravo Sumpradit! (Spoiler: le medaglie però le vinceranno altri…)

“L’ucraino sembrava in totale controllo poi ha mostrato un gioco di piedi degno di Bargnani”, “….e stava per far rotolare il peso addosso alla giuria”. Il panico degli “inservienti” nell’andare a fermarlo

“Il lituano (Didzbalis, ndr) tarda ad entrare in gara, spero non stia guardando la partita se no si deprime (nel frattempo [Basket] la Spagna distrugge la Lituania 109-59)”. Poi entra in gara, chiude al terzo posto e va di backflip.

Bronzo + Salto mortale all'indietro

Bronzo + Salto mortale all’indietro

L’oro va “ar panzetta” Moradi, ma lui il backflip non l’ha fatto mica.

[Atletica]

Un po’ di Eptathlon e poi subito uno dei piatti grossi della nottata: le semifinali dei 400. Sarà Kirani James vs Wayde Van Niekerk, ma il sudafricano correrà in ottava corsia la finale. Delusione Botswana: il giovanissimo Thebe non si presenta, Makwala faceva meglio a non farlo, passa solo Sibanda.

Ecco le semifinali dei 100m femminili: intanto le qualificate tutte sotto gli 11″ e soprattutto tutte in 8 centesimi. Impressioni migliori da parte delle due giamaicane Fraser-Pryce e Thompson, forse un passo indietro la Schippers, ma tra poco sapremo.

Il lungo si incendia con tanto di “contestazione” su un salto di Rutherford che al replay non pareva aver pizzicato la plastilina.

Intanto Mo Farah corre nelle retrovie, cade mentre cerca di riportarsi davanti, si rialza subito e riparte…si porta finalmente in testa dove Kenya e Etiopia son lì come se gli facessero il ritmo. Poi parte la volata all’ultimo giro, stavolta aspetta il rettilineo finale per mettere il turbo e ciao: just say Mo. C’hanno provato ma non si batte.

Il lungo diventa in poco tempo la gara più bella di queste olimpiadi atletiche sino a questo momento e fidatevi considerando il peso femminile di ieri e il disco maschile di oggi non è per niente poco.  Ancora oro che cambia padrone all’ultimo salto e rischia di tornare al suo vecchio padrone con l’ultimissimo salto: Lawson vola e pare atterrare buono per (ri)vincere o quanto meno per tornare sul podio (ah si perché nel frattempo era scivolato al quarto posto). Misurano e viene 7.78 (si pensava almeno 8.30!), ma come è possibile?!!? Panico, allenatore che vuole fare invasione di campo per evitare che cancellino il segno e rimisurino, replay: nell’atterrare Lawson sfiora con la mano la sabbia. Mortifero. Ah Rutherford, di riffa e di raffa riesce a fare podio pure stavolta, almeno ci siamo evitati una sua vittoria.

Poi arrivano le donne più veloci al mondo: le fanno uscire da un tunnel che non saprei nemmeno come descrivere, sbavo solo all’idea di vederci uscire Bolt domani sera. Poi la gara, il 10.71 della Thompson: “10.71 è vicino ai record del mondo vero“. La Schippers che non riesce a venirne fuori e finisce al di là del podio.

La nottata si chiude con l’ultima fatica dell’Eptathlon: la Ennis deve recuperare 9 secondi sulla Thiam, ne recupera sette…è medaglia Belgio.

[Volley] Disclaimer: il gran finale lo lasciamo sapete già a chi. Ma comunque Italia-Brasile merita qualche pensiero, anche se è più importante per loro che per noi. Se domattina leggerete questo paragrafo che termina così con frasi a metà non concluse, sappiate che noi c’abbiamo provat…..

[Nuoto]….anzi [Paltrinieri]

Paltrinieri, Direttamente da Carpi, tensione iniziale....

Direttamente da Carpi, tensione iniziale….

Da impazzire! Greg nuota su livelli solo suoi, dall’inizio alla fine, va via dopo 3 4 vasche, aumenta il ritmo e nessuno gli sta dietro. Anche Detti molla un po’, pare che si terrà per la rimonta finale (facile dirlo ora eh….). Per il resto non vediamo più nessuno, c’è il continuo check del distacco ad ogni virata, il continuo controllo dei tempi 29, 29, 29, poi 28. Sempre davanti a quella riga gialla che lo insegue, anzi lo spinge. “E pensa quando metterà le gambe”, “tra poco userà anche i piedi e camminerà sulle acque”.

Poi Sun Yang in versione riga gialla inizia a recuperare, ma a noi non ce ne può fregar di meno, anzi Detti ci distrae, rimonta (lo sapevamo….lo sapevamo…), “dai ora tifiamo Detti”, rimonta e podio. Il finale è fatto solo di urla e frasi senza senso: “Carpi olimpionica“, “Cinque cerchi bianchi e rossi”, “Dorando Pietri scansati”, “Che bello avere il fenomeno anche noi e adesso spedizione italiana vincente nel nuoto!!” (su questo torniamo domani, che oggi la voglia di pensare agli altri è proprio nulla), “quindi alla fine bastava mandare Detti e Paltrinieri”.

Paltrinieri

…gioia finale

Iniziano i festeggiamenti “Tamberi è peggio di Paolini ormai”, onnipresente. Tra l’altro preso dall’euforia esce prepotente la cadenza osimana…c’è chi se ne è accorto: “Stavo affa il video su fessebug“. “L’inno di Carpi come è?”, “Lo ha scritto Paolo Belli: brutto”, si tifa affinché non si morda la medaglia…e proprio quando pareva vinta: GNAM GNAM.

Ma non importa: è una notte storica e l’abbiamo vissuta, ce la siamo goduta: bravo Gabriele, grazie Greg!


Le gare che assegneranno il loro titolo domani:

  • 12.30-20.50 Golf: ultimo giro M (Manassero, Bertasio)
  • 14.00-17.45 Atletica: Maratona F (Straneo, Bertone, Incerti)
  • 18.00 Tiro a segno: Carabina 50m 3 posizioni M (Campriani, De Nicolo)
  • 18.05 Vela: RS:X M (Camboni)
  • 19.00 Ginnastica artistica: Corpo libero M
  • 19.05 Vela: RS:X F (Tartaglini)
  • 19.15 Boxe: 49 kg M
  • 19.47 Ginnastica artistica: Volteggio F
  • 20.34 Ginnastica artistica: Cavallo con maniglie M
  • 21.21 Ginnastica artistica: Parallele asimmetriche F
  • 21.00 Lotta GrecaRomana: 59kg M, 75kg M (orario inizio ripescaggi)
  • 21.00 Tuffi: 3m F (Cagnotto)
  • 22.04 Ciclismo Pista: Sprint individuale M
  • 23.30 Scherma: Spada a squadre M (Garozzo, Fichera, Pizzo)
  • 00.00 Sollevamento Pesi: 75+ kg F
  • 01.55 Atletica: Triplo F
  • 03.00 Atletica: 400m M
  • 03.23 Atletica: 100m M

Potrebbero interessarti anche...

17 Risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *