Taggato: Nairo Quintana

4

Vuelta 2016 – Nel mezzo del cammin

Nel mezzo del cammin della Vuelta a España mi trovai in una rampa oscura che portava al mio garage. Questa volta non siamo riusciti a fornire la solita copertura pre Grande Giro e ce ne scusiamo. La Vuelta comunque, al di là di un percorso alle volte monotono e ai confini del ciclismo, sta divertendo soprattutto grazie ai protagonisti che si stanno godendo la strada. Queste le 5 cose che abbiamo imparato in queste prime 11/12 tappe e le 5 che ci aspettiamo da qui alla fine. 1-Senza gli squadroni del ritmo ci si diverte di più (chi l’avrebbe mai detto). Abbiamo...

Tour, Froome 21

Tour de France 2016 – Promossi e Bocciati

Con il ghigno malvagio sulla faccia, il professore di Analisi 1 apriva il corso davanti ad una platea di 400 500 studenti impauriti alla loro prima lezione universitaria sempre con la stessa frase: “A febbraio i promossi di questo esame si conteranno sulle dita di una mano. [pausa scenica] Monca…..” senza accennare al minimo segno di risata iniziava poi a spiegare e quello sarebbe stato l’unico riferimento extra programma che avrebbe fatto per mesi. Era uno stronzo, conosciuto in tutto l’ateneo, era anche zoppo (qualcuno gliela deve aver fatta pagare negli anni), ho dimenticato il suo nome ma quando mi sono...

7

Intervista doppia – Che Tour sarà?

Dopo percorso e partecipanti, è il momento anche di qualche breve chiacchiera su quello che ci aspettiamo dalle prossime tre settimane di corsa francese che iniziamo domani. Come ormai consuetudine lo facciamo chiedendo il parere incrociato di due nostri redattori: Davide Cavati e Mattia Luchetta. Togliamoci subito il dente: chi vince il Tour e perché? Chi (tra i big) non lo vincerà e perché? DC: Sarà un Tour davvero molto equilibrato, fare i pronostici sarà davvero difficilissimo. Andiamo per esclusione: non credo in Contador maglia gialla a Parigi perché credo gli manchi qualcosina nelle gambe rispetto ai top (Froome per la crono...

18

Tour de France 2016 – I Favoriti

Come al solito il parco partenti del Tour è qualcosa di spettacolare, non vuole mancare nessuno, pure Nibali fresco vincitore del primo grande giro dell’anno è presente, anche se il suo ruolo e le sue condizioni dovrebbero essere secondari almeno inizialmente. Sarà ancora una sfida tra tre autentici fuoriclasse delle corse da tre settimane: Nairo Quintana, Alberto Contador e Chris Froome si trovano contemporaneamente alla partenza di un grande giro per la quinta volta (i precedenti a Vuelta 2012, Tour 2013, Vuelta 2014, Tour 2015), il bilancio sinora ha visto 2 vittorie nei Tour di Froome, 2 di Contador nelle Vuelte,...

9

Il Tour de San Luis alla “TV”

Ieri sera ho deciso di vedermi lo streaming della quarta tappa del Tour de San Luis anche per premiare l’intraprendenza della organizzazione di trasmettere “free” la corsa via internet. Si trattava di una delle due tappe principali di questa sette giorni argentina, con una prima sfida tra Quintana e Nibali, benché poi i due in stagione avranno obiettivi diversi e la condizione al momento non può e non deve essere molto brillante. Streaming sul netbook (e Masterchef in TV, ma questa è un’altra storia…), mi sono connesso sin dalle 18,45, orario dato come inizio della trasmissione, ma ho capito sin da subito che...

14

Vuelta a Espana 2015 – I Favoriti

Il percorso di questa Vuelta sarà anche un po’ schizofrenico, ma il campo partenti è cinque stelle lusso. Ci sono ben 4 precedenti vincitori di Grandi Giri, più innumerevoli podi. Certo, molti dei favoriti arrivano direttamente dal Tour e sono dunque in condizioni di forma da decifrare, ma con così tanti campioni al via lo spettacolo è pressoché assicurato. L’Astana ci arriva addirittura con tre possibili capitani, mentre Sky e Movistar sulla carta appaiono vulnerabili rispetto alle corazzate della Grande Boucle. Come spesso accade alla Vuelta, sarà interessante valutare il rendimento di qualche giovane a cui finalmente viene data la...

7

Intervista doppia – Che Tour 2015 è stato?

Ieri si è chiuso un Tour che ha lasciato molte domande, vediamo di risponderne alcune con i nostri due soliti appassionati Mattia Luchetta e Davide Cavati. La tanto temuta crono a squadre alla fine non ha fatto molta differenza (per fortuna). Dove si è deciso il Tour? Mattia: Pierre San Martin. Con una Sky magnifica e un Froome in condizione perfetta. Hanno spaventato gli avversari a tal punto da rendersi quasi inattaccabili. Speriamo che con questo tour cada il mito che i grandi giri si vincono nella terza settimana. Bisogna essere al 100% fin da subito. Davide: Si è deciso nel...

10

Tour 2015 – La tappa che noi aspettavamo

Faccio una doverosa premessa. Questa non è un’analisi obiettiva della tappa di ieri. Non ne sono in grado e non cercherò di propinarvela come tale. Questa è una piacevole escursione di uno sportivo da divano leggermente sovrappeso (non discuterò sul leggermente, prendetelo come oro colato) che grazie a un manipolo di veri sportivi è tornato per un pomeriggio bambino. Come è noto lo sportivo da divano è quell’individuo che non pratica sport, se non in occasioni eccezionali e sempre con conseguenze terribili per il suo fisico. Lo sportivo da divano, inoltre, è capace di lamentarsi per la temperatura estiva con...

4

Froome sbriciola i Pirenei

Chris Froome ha macinato anche i Pirenei, è bastata la prima giornata con una frullata prepotente per renderli polvere, negli altri chilometri poi c’hanno pensato Porte e Thomas a passare con l’aspirapolvere per pulire via tutto. Il team Sky, specie in questi tre uomini, sta viaggiando su altri livelli, Movistar martedì, Astana ieri e Tinkoff oggi hanno anche cercato di fare il ritmo, staccando più (la Movistar) o meno gli avversari, ma non il rivale principale. Oggi Thomas è stato impressionante, poco da aggiungere in questi casi. Dopo l’azione devastante a La Pierre-Saint-Martin che ha distrutto ogni autostima altrui, Froome ieri...

9

Froome disinnesca le prime trappole

C’era il vento in mezzo al mare, che più che vento era una burrasca, Ernest Hemingway ne sarebbe stato fiero. C’erano le coste delle Ardenne, una manciata assieme ad uno degli arrivi più famosi della primavera, quella rampa che sale per un chilometro e ti porta a vincere la Freccia Vallone. C’erano infine le pietre, quel pavé che l’anno scorso misto a pioggia ha trasformato una tappa del Tour in un instant classic. Questo inizio del tour aveva disseminate sulle strade che dall’Olanda portano alla Francia alcune trappole che non era facile superare e che ci restituiscono già una classifica dissestata....